Come coltivare la dolce e versatile carota

Le carote (Daucus carota) sono tra gli ortaggi più versatili perché ne esistono di moltissime varietà, perché si possono coltivare un po’ dovunque e perché in cucina si prestano a mille preparazioni.

Ne esistono di precoci, semiprecoci e tardive, per cui se abbiamo un posto caldo e riparato dove seminarle, potremo avere carote fresche tutto l’anno.  Moltissime anche le loro forme: rotonda, cilindrica o a tronco conico,  corta, mezzalunga e lunga.

Semina – Le varietà precoci si seminano tra febbraio e marzo (ma nei luoghi dove le temperature non scendono sotto gli 8°), quelle semiprecoci in aprile e maggio, le tardive fino a tutto ottobre. Potrete seminarle a spaglio, ma se decidete di seminarle a file, lasciate tra queste 20 cm e tra carota e carota 6-7 cm. Per effettuare il diradamento aspetteremo che le piantine siano alte almeno 4 cm.

Clima e terreno – La carota si adatta bene a tutti i climi, ma le temperature troppo miti, soprattutto all’inizio, provocano la fioritura precoce, mentre la siccità è causa di carote poco dolci e legnose. Vietato i terreni sassosi, perché il sasso può provocare delle biforcazioni della radice e quelli troppo argillosi ostacolano lo sviluppo delle varietà più lunghe. L’ideale è il terreno sciolto e fine che facilita il naturale accrescimento della radice. Evitate il letame e preferite piuttosto del compost ben sminuzzato e maturo. Troppo azoto farà crescere eccessivamente le foglie a scapito della radice.

Tecniche colturali – E’ importante un’accurata pulizia del terreno per evitare lo sviluppo delle infestanti. Importante è anche la rincalzatura per evitare che la cima della radice, se esposta al sole, diventi verde e dura. Durante la crescita può essere di aiuto la somministrazione del macerato di ortica.

Avvicendamento e consociazioni – Evitate di piantare la carota prima di tre anni sullo stesso terreno. Ottimi precursori sono l’aglio, il porro e i cereali. Tra i suoi compagni preferiti: aglio, cipolla, bietola, cicoria, lattuga, porro, pomodoro, rosmarino, salvia. E se l’associazione con aglio cipolla e scalogno allontana la mosca della carota, l’associazione con il ravanello è ottima per assicuare l’ombra alle piantine di carota appena nate.

Raccolta – Le carote potranno essere raccolte circa due mesi dopo la semina, non appena vedremo che le foglie incominciano ad ingiallire. Se vengono lasciate troppo a lungo nel terreno la parte centrale della carota, il cuore, diventerà legnoso. Meglio estrarle prima della loro completa maturazione, quando sono ancora tenere e dolci.

Consiglio – Non disperate se le vostre carote tarderanno ad emettere le prime foglioline! La lentezza di germinazione è una delle caratteristiche delle ombrellifere, famiglia a cui la carota appartiene.

Ritratto – Volete sapere proprio tutto sulla carota? Storia, proprietà, curiosità, ricette, ecc………leggetevi questo ritratto della carota

Commenti
4 Commenti a “Come coltivare la dolce e versatile carota”
  1. Noemi ha detto:

    Ciao
    ho seminato delle carote, varietà chantenay, ora stanno spuntando le piantine, le piantine, una volta diradate, possono essere trapiantate da un altra parte o non attecchiscono per cui vanno proprio buttate?
    Grazie
    (Noemi)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Noemi,
      bello quando germogliano i semi!
      Le piantine che diradi invece prova a trapiantarle ma vedrai che non attecchiscono facilmente…però se hanno un bel ciuffo di foglie potrai utilizzarle in cucina, per farci un buon pesto.
      Salute e buon orto.

  2. ag ne ha detto:

    Salve,
    è possibile piantare carote precoci anche adesso, ossia Luglio?
    Grazie.
    (Ag ne)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao,
      la semina in pieno campo della carota esige temperature non eccessivamente alte – come quelle estive – in quanto induce la pianta ad una fioritura precoce, non producendo poi la radice desiderata, per questo ti suggerisco di spostare la semina verso il mese di agosto – oltre la metà – per avere climi più idonei. Per sapere tutto sulla coltivazione della carota ti suggerisco di leggere l’articolo che trovi nel link.
      Salute e buon orto.

Lascia un commento