Semine e talee nell’orto-giardino di fine estate

Nei giorni di fine estate si raccolgono i semi per la primavera e si fanno talee per ottenere nuove piante. Si ripulisce e si organizza l’orto e il giardino autunnale.

Gli ultimi pomodori tolgono spazio alle semine

L’orto autunnale incalza, ma i pomodori continuano a produrre e toglierli è un vero peccato! Gli ultimi canestrini lucchesi, gli ultimi datterini, gli ultimi Black-cherry sono più dolci. Sarà che allo zucchero si somma quel sapore di nostalgia che avanza con il sopraggiungere dell’autunno, con la luce che si ammorbidisce, con le giornate che diventano più brevi e miti.

Fatto sta che da me le semine autunnali tardano sempre e i cavoli posso attendere. Ho perfino lasciato che una melanzana innestata si trasformasse in un Solanum torvum e ho aspettato che questo fiorisse e regalasse all’orto i suoi bianchi fiori dal cuore giallo. Così come ho permesso all’amaranto di inondare il giardino con i suoi pennacchi: costi quel che costi è difficile rinunciare alla bellezza! Eppure so bene quanto l’amaranto possa diventare invasivo una volta portato in un orto. L’anno scorso ha riempito di piccoli semi la compostiera e si è disseminato ovunque. Le parcelle dell’orto erano colme di giovani piante di amaranto, molte le ho tolte e alcune le ho lasciate. Ma ammetto che la gestione dell’amaranto non è facile…

Semine melanzane . Sonanum Torvum - InOrto

Le semine autunnali incalzano

Tempo qualche giorno e dopo dovrò passare all’azione. Mi sono ripromessa che tra quindici giorni gli ortaggi autunnali dovranno trovare il loro posto: cavoli neri, cavoli frascone, cavoli verza, cavoli cappucci, scarole, radicchi, bietole, carote, porri, lattughe, cipolle, spinaci e prezzemolo. Solo le cime di rapa sono già riuscite ad accaparrarsi una piccola parcella e se tutto va bene nel giro di poco tempo potrò raccogliere le prime e a scalare ne avrò a sufficienza per tutto l’inverno.

Settembre significa anche semi, semine e talee. Ho tolto dall’orto i girasoli ormai secchi e maturi e ne sto raccogliendo i semi, così sto facendo anche con il basilico e la Sideritis syriaca, meglio conosciuta come tè di montagna, della forza e della salute. Faccio scorta di semi per la primavera. I semi di girasole in esubero li impiegherò per ottenere dei germogli ipervitaminici da mescolare alle insalate.

Tempo di talee e moltiplicazione

In questo periodo dovunque si vada, che sia per campi che per giardini, si torna a casa con le tasche gonfie, c’è sempre una capsula matura, un fiore diventato frutto che custodisce una futura pianta, oppure una mano amica pronta a donarti una pianta rara, un ortaggio caro, un fiore indimenticabile.

Semine varie fine estate - InOrto
Semi di Sideritis Syriaca - InOrto

E che dire delle talee? Questo è davvero un buon momento se vogliamo riprodurre le aromatiche, dividere i cespi diventati troppo grossi, ripulire e moltiplicare rosmarini, allori e salvie. Se poi dall’orto ci spostiamo in giardino ecco che il numero delle talee da fare aumenta considerevolmente: rose, gerani, eriche, garofani, edere, ecc…

In settembre possiamo fare qualcosa anche per le bulbose e le rizomatose che si sono troppo accestite e chiedono maggiore spazio: separiamole e creiamo nuove piante di agapanti, iris, Kniphofie, ecc…

Il lavoro non manca mai nell’orto e nel giardino settembrino, soprattutto se teniamo conto che il cambiamento climatico ha spostato all’autunnno molti lavori prima estivi o primaverili. Ma questo è un argomento che merita un’accurata riflessione e forse anche un post dedicato.

ARTICOLI CORRELATI
Vasetti per semina
Come coltivare la liquirizia
COMMENTI

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2021 Bonduelle InOrto