I lavori da fare nell’orto a gennaio

Cosa fare nell’orto in gennaio? Se non abbiamo serre riscaldate in cui effettuare le prime semine, ci limiteremo a fare delle leggere pulizie, delle piccole raccolte, degli aggiustamenti e delle concimazioni. 

Nell’orto e nel giardino

Preparazione del terreno – Possiamo preparare il terreno in attesa della primavera, ripulendolo dalle piante secche che sono rimaste sul campo e eseguendo le concimazioni di fondo. Smuoviamo il terreno per rompere la crosta superficiale, se non è gelato, e concimiamo, interrando leggermente della sostanza organica nelle parcelle vuote.

Ripristiniamo lo strato della pacciamatura che è stato dissestato o asportato dalle piogge.

Se avremo seminato delle colture da sovescio, per eseguire della concimazione verde, come facelia, senape o spinacio, è il momento di interrarle per farle decomporre nel terreno prima della buona stagione.

Organizziamo le nuove semine – E’ il momento di progettare le aiuole che accoglieranno le coltivazioni primaverili e ordiniamo le sementi, se ancora non lo abbiamo fatto.

Ripulitura – Eliminiamo gli alberi e gli arbusti secchi per poterli sostituire. Tagliamo i rami secchi, spezzati, inclinati. Al termine dell’operazione disinfettiamo e proteggiamo i tagli con gli appositi mastici da potatura. 

Nel frutteto

Eseguiamo la pulizia invernale degli alberi da frutto e se il tempo lo permette possiamo piantare o trapiantare nuovi alberi da frutto a radice nuda. Se vogliamo aiutare i nostri giovani alberi nell’attecchimento, ricordiamoci di praticare la tecnica dell’inzaffardatura.

Nel semenzaio o in serra

Se possediamo un semenzaio riscaldato o una serra possiamo procedere con le seguenti semine.

In luna crescente – Nei vasetti o nei semenzai: basilico, melanzana, peperone e pomodoro. Direttamente a dimora, ma in serra o in coltura protetta: ravanello, rucola, agretto.

In luna calante – Nei vasetti o nei semenzai: lattuga o cavolo cappuccio. Direttamente a dimora: lattuga da taglio, radicchio da taglio, valerianella. 

Ma se il termometro scende sotto zero, aspettiamo che le temperature rialzino e nell’attesa riposiamo un po’, magari rileggendo questo post pieno di consigli sui lavori da fare nell’orto a gennaio e febbraio.

Lascia un commento