L’influenza della luna nell’orto e nel frutteto

La luna ogni tanto fa parlare di sé. Almeno su InOrto. Che ci si creda o meno la luna ha sui vegetali degli effetti stimolanti. E’ stato sperimentato che alcune piccole piante, poste all’aperto durante la fase di luna crescente, hanno seguito il suo corso, volgendo gli steli nella stessa direzione della luna.

La luna attiva le funzioni biologiche dei vegetali sia con la sua forza di attrazione, che con la sua luce. Seppure tenue e talvolta appena percettibile, la luce lunare aiuta la circolazione della linfa all’interno della pianta anche di notte. Del resto non è una novità che alle piante piaccia la luce! La tradizione contadina ha sempre sostenuto che la Luna crescente favorisca lo sviluppo delle piante, mentre la luna calante ha l’effetto opposto.

Andiamo allora a vedere più nel dettaglio cosa è possibile fare nell’orto e nel frutteto nelle diverse fasi lunari.

I lavori nell’orto secondo la luna

Quasi tutte le semine vengono effettuate in luna crescente. L’influsso che la luna ha sui succhi vegetali viene infatti sfruttata per favorire la germinazione, per fare sviluppare in fretta gli ortaggi rampicanti, come fagioli, piselli, etc., ma anche per aiutare le piante a crescita lenta come il prezzemolo o la carota. Lo stesso dicasi per la barbabietola o la rapa, che se seminate in luna crescente aumenteranno anche la resistenza agli attacchi parassitari.

Le leguminose, come piselli, fave e lenticchie, avranno una produzione abbondante se seminate 4-5 giorni prima del plenilunio.

Cosa seminare e cosa fare allora in luna calante? Tutti gli ortaggi che se seminati in luna crescente tenderanno ad andare in fretta a seme, come la lattuga. Molte varietà di insalate se seminate in luna crescente avranno foglie meno tenere e il cespo meno compatto.

Anche le cipolle e le bulbose andranno seminate in luna calante, perché la luna in quella fase faciliterà la circolazione della linfa verso il basso, di conseguenza il loro bulbo sarà più saporito e la pianta andrà a seme più tardi. Per questo molti sostengono che tanti ortaggi da radice vadano seminati in luna calante. Ma se su questo argomento ci sono pareri discordi, sono invece tutti d’accordo nel dire che le concimazioni si effettuano in luna calante.

I lavori nel frutteto secondo la luna

La luna manifesta la sua influenza nel frutteto, rendendo i frutti più buoni, più durevoli e più abbondanti. Se vogliamo frutti più dolci raccogliamoli quando la luna è crescente. Sempre con in luna crescente seminiamo il pruno e albicocco. Mentre il ciliegio, per avere una buona fruttificazione, necessita di una fase di luna piena seguita da temperature miti e clima asciutto.

Aspettiamo invece la luna calante per raccogliere noci o nocciole, o comunque tutti quei frutti che devono conservarsi a lungo. Sempre in luna calante andrà eseguita la potatura degli alberi da frutto, soprattutto se molto vigorosi, perché la linfa in quel momento circolerà più lentamente. Per lo stesso motivo anche gli innesti andranno eseguiti in questa fase.

Qualsiasi trapianto effettuiamolo in luna crescente!

Commenti
2 Commenti a “L’influenza della luna nell’orto e nel frutteto”
  1. Lucia ha detto:

    Ciao,
    ho dei pidocchi bianchi sulla pianta di fico e sulle rose, cosa posso usare?
    Grazie,
    (Lucia)

Lascia un commento