Il neem, un efficace rimedio contro i parassiti dell’orto

Tra i rimedi naturali l’olio di neem merita un posto di rilievo. Il neem (Azadiracta Indica) è un grande albero (25-30 m) originario dell’India, sono talmente tante le sue proprietà terapeutiche che viene definito anche ‘farmacia del villaggio’.

Nel nostro caso l’appelleremo la ‘farmacia dell’orto’ perché la sua azione antiparassitaria è efficace e collaudata. Il suo principio attivo l’azadiractina  è un prezioso repellente e fagodeterrente contro acari, coleotteri, minatori, cavallette, nematodi, afidi, nottue, tripidi, dorifora, cocciniglie, tignole, ragnetto rosso e talvolta viene usato anche contro alcune malattie fungine, come la ruggine e l’oidio.

Pur essendo nocivo per così tanti insetti risulta tuttavia quasi innocuo nei confronti di animaletti utili, insetti impollinatori e uccelli. E’ classificato come insetticida bio e può essere usato sia in modo preventivo che curativo.  E non è finita qui: il neem sembra essere anche un buon fertilizzante. Insomma è un po’ come l’ortica: il suo impiego nell’orto è quasi 360°!

Il neem da utilizzare nell’orto si trova sotto forma di polvere di semi o di olio, in ambedue i casi va diluito in acqua prima di spruzzarlo sulle piante, ma in commercio si trovano anche preparati già pronti all’uso a base di neem.

Nel caso volessimo preparare da soli i nostri rimedi ecco come fare:

Olio di neem: poche gocce di olio di neem in un litro di acqua tiepida e avremo pronto il nostro antiparassitario (sembra tenga lontano anche le zanzare) da spruzzare sulle piante.

Polvere di semi: diluire 100 gr  di polvere in 2 litri di acqua agitando bene, lasciare riposare qualche ora, filtrare e distribuirlo sulle piante.  Quanto usarlo? Dipende dalla gravità della situazione. Se l’infestazione è pesante lo passeremo almeno una volta la settimana. Prima di chiudere devo però dire che l’utilizzo del neem ha un aspetto negativo: il costo! Non è impossibile, ma certamente è un prodotto da usare con una certa oculatezza!

Commenti
23 Commenti a “Il neem, un efficace rimedio contro i parassiti dell’orto”
  1. nicola ha detto:

    Ho scoperto addirittura un dentifricio a base di neem: sorprendentemente efficace!

  2. Carmine Zannella ha detto:

    Se posso essere utile a suggerire il Biolady ecologico allontana insetti e parassiti dall’orto e nell’ambiente.
    Il Biolady ha vinto il premio del più ecologico per la natura nell’anno 2007 sin dal 2003 è sui mercati del naturale biolagico.
    per altre info: http://www.cercosano.jimdo.com

    • nara marrucci ha detto:

      Caro Carmine, per cortesia e ospitalità pubblico il tuo commento. Ma non conoscendo il prodotto, ti pregherei di mandarci qualche informazione in più. Grazie

      • Carmine Zannella ha detto:

        Gent.ma sig.ra Nara Marrucci, grazie per l’ospitalità, deve sapere che tutto risale all’anno 2000 quando decisi di inventare il Biolady come detergente ecologico per l’ambiente utilizzando acqua energizzata, con entusiasmo raccoglievo sempre, anche se pur modeste, adesioni da parte di nuovi clienti. Nell’anno 2003 una mia cliente utilizzando il Biolady sul suo terrazzo, le venne la tentazione di spruzzarlo sulle sue bellissime rose, e notò che il giorno dopo erano scomparsi tutti gli afidi (pidocchi) che avevano infestato le sue rose. Allora cominciai a interpellare amici parenti giardinieri ecc. affinché utilizzassero il Biolady per il trattamento delle piante. Le conferme erano sempre più sorprendenti, tutti entusiasti di aver trovato un prodotto unico universale ecologico da spruzzare liberamente sulle piante e ovunque. Da quel momento andai sempre più nella direzione delle cure per le piante, stupendo anche il Botanico Angelo Tosi, conosciutissimo in Piemonte, che divenne in breve il riferimento competente che mi ha dato tutta una serie di conferme di reale efficacia, lo ricordo sempre con affetto (http://www.coniolofiori.com/sito/?p=570 ). Nel 2007 a Terruggia M.to ho ricevuto il premio del prodotto più ecologico durante una manifestazione dedicata alla natura. Poi nel 2010 i NAS di Alessandria hanno fatto fare analisi del prodotto per verificare che non ci fossero sostanze tossiche, risultato negativo. Oggi , credo non esista ancora un detergente trasparente come il Biolady perché non soggetto a colorazioni, blu o giallo, proprio perché privo di sostanze tossiche o velenose. Tutti i miei clienti che adoperano il Biolady nel proprio giardino hanno la totale certezza di poter mangiare subito frutta e verdura trattata con il Biolady ( http://www.cercosano.jimdo.com). Anche Luca Sardella e Janira Majello lo stanno utilizzando, e appena avrò i mezzi economici per poterlo pubblicizzare nei loro canali, lo farò di sicuro. La ringrazio Gent.ma sig.ra Nara Marrucci di avermi dato la possibilità di raccontare in breve la mia storia.
        Se desidera ricevere in omaggio una piccola fornitura da testare personalmente, sarei lietissimo di inviargliela, potrà contattarmi con e-mail.
        Cordiali saluti.
        Carmine Zannella ( czannella@yahoo.it)

        • nara marrucci ha detto:

          Grazie Carmine per le ulteriori informazioni. Appena potrò la contatterò e proverò con piacere il suo prodotto. Ancora un saluto e a presto!

  3. giuseppe ha detto:

    Salve. Leggo attentamente i commenti e sulle qualità dell’olio di neem; sono un coltivatore diretto della Toscana e anni fa precisamente nel 2003 adoperavo l’oilo di neem e non solo, lo vendevo ad altri coltivatori e soprattutto, visto che ero su l’Isola d’Elba, lo fornivo agli olivicoltori per la mosca e altri parassiti, compreso il marciume, le muffe, i funghi del tronco e contro l’ingiallimento delle foglie, ossia la famosa ruggine. Scrivo perchè vorrei ritrovare l’importatore che prima era a Firenze ma poi ho perso i contatti e le diverse vie per ritrovarlo. Se qualcuno o Voi avete notizie del genere in merito a chi imoprta questo prodotto per favore mi può inviare una e-mail: deusagricolanatura@libero.it. Cordiali saluti.

  4. laura ha detto:

    Ciao

    preciso che non ho un orto ma un terrazzo con piante varie (decorative, aromatiche e qualche ortaggio)

    abbiamo subito attacchi dei più svariati (oidio, ragnetto rosso, afidi ecc) e il primo anno ho provato con l’olio di neem.

    Il risultato è stato discreto, ma il problema era, dopo i vari trattamenti, che in seguito tutte le foglie erano “unte”… non era una bellissima cosa!

    Forse con la polvere dei semi può andare meglio?

    Ma soprattutto, voi che avete usato l’olio con successo, come avete ovviato il problema?

    Grazie!
    (Laura)

     

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Laura

      Si, prova l’alternativa della polvere di semi, ma prima – visto che hai già utilizzato con successo l’olio –
      perchè non provi a diminuirne la concentrazione? Le foglie ti risulteranno meno unte e magari otterrai buoni risultati comunque.
      Secondo me è una valida prova da fare!
      A presto e facci sapere eh!

  5. rosy morganti ha detto:

    Salve, sono interessata al’uso di olio di Neem.
    Mi precisate in che proporzione va diluito in un lt di acqua, per la lotta antiparassitaria delle orticole?
    Grazie
    (Rosy)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Salve Rosy,
      certo che si, il Neem è un toccasana in tanti ambiti, una pianta veramente miracolosa.
      Per gli usi antiparassitari puoi utilizzare la polvere dei semi: fai un estratto acquoso mettendo 50 grammi per litro di acqua, agita bene la soluzione e lasciala riposare per una nottata, la mattina presto irrora le tue piante con il preparato almeno una volta alla settimana, ogni due quando vedi che l’attacco dei fitofagi si riduce sensibilmente. Se hai l’olio puro puoi preparare una soluzione con 5-10 gocce per litro di acqua.
      Salute e buon trattamento!

      • paolo ha detto:

        Buonasera,
        vorrei sapere riguardo la mia produzione biologica di zucchine che ha problemi di afidi e ho letto che si può usare olio di neem: ma mi potete spiegare in 100 litri di aqua quanti grammi ce ne vuole?
        Grazie.
        (Paolo)

        • Stefano Pissi ha detto:

          Ciao Paolo,
          per sapere le dosi precise la migliore cosa è leggere le istruzioni che riporta la confezione del tuo neem, in quanto ogni tipo di prodotto – a base di neem – può variare in funzione del fatto che esso può essere olio o polvere di semi.
          Salute e buon orto.

  6. nino camin ha detto:

    Salve,
    qualcuno lo ha provato sui gerani per allontanare la terribile farfallina tropicale che li distrugge? eventualmente in che dosaggio ? Grazie.
    Nino

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Nino,
      Sicuramente L`olio di neem è uno dei migliori rimedi biologici da utilizzare per la lotta contro gli insetti dannosi alle nostre colture, ma se tu vuoi avere dei riscontri anche con tutti gli altri utenti del sito ti suggerisco di scrivere anche sulla nostra sezione FORUM.
      Salute e buon orto.

  7. enzo ha detto:

    Ciao,
    dopo aver spruzzato la  miscela con acqua e olio di neem sulle piante di pomodori i frutti poi si  possono  mangiare  subito?  
    Grazie.
    (Enzo)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Enzo,
      sulla confezione del prodotto che hai utilizzato ci dovrebbe essere scritto precisamente il numero di giorni che deve intercorrere fra il trattamento e la raccolta, indicato con la dicitura: Tempo di carenza, che varia da prodotto a prodotto, anche se la base di neem è la stessa. Leggi attentamente!
      Salute e buon orto.

  8. Monica ha detto:

    Salve,
    ho acquistato questa sera l’olio di nem in erboristeria trovando solo il 30 ml e li mi hanno consigliato dalle 20 alle 30 gocce per litro, leggevo i vostri commenti e le dosi sono molto più basse potete darmi ulteriori informazioni?
    Grazie in anticipo.
    (Monica)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Salve Monica,
      l’olio di neem è un rimedio naturale per diversi tipi di problemi.
      L’articolo non parla di dosi specifiche da solubilizzare in un litro d’acqua anche perchè possono variare in base all preparato (può essere puro o meno) che tu puoi acquistare in negozio, certamente però troverai dietro ogni confezione la corretta soluzione acqua/olio che dovrai fare in base all’utilizzo che vorrai fare della medesima.
      Comunque le dosi sono di circa 5%, cioè 5 ml per 5 litri di acqua.
      Salute e buon orto.

Lascia un commento