Progetto Bee-Side incentiva le piante gradite alle api. Ecco le più apprezzate

29063112_1442165282561766_6932562250695704576_nLe api ci stanno lasciando, ma noi dobbiamo convincerle a restare! Guai se questi preziosi alleati abbandonassero i nostri orti, giardini e frutteti: a loro dobbiamo l’impollinazione di moltissime specie vegetali e quindi la loro fertilità e produzione.

Va bene il vento, gli uccelli e tutti gli altri animaletti disposti a darci una mano nella fecondazione delle nostre piante, ma le api restano indispensabili e per giunta producono uno degli alimenti più buoni del mondo: il miele! Quindi diamoci da fare per rendere il nostro pezzo di terra il più gradevole possibile. Insieme alle api conquisteremo anche farfalle e bombi che hanno più o meno gli stessi gusti.

Mettiamo al bando i pesticidi dai nostri orti e piantiamo i fiori che sapranno attirare gli insetti utili e che se inseriti all’interno del nostro orto o giardino contribuiranno a creare un ricco mix e una sana biodiversità. E non scordate che le consociazioni fiori-ortaggi sono spesso vantaggiose per entrambi!

Non sabbiamo da che parte iniziare? L’Associazione Seed Vicious, con il suo progetto Bee-Side, ci suggerisce ’10 magnifiche’ piante da coltivare, di cui raccogliere i semi da scambiare poi con amici e conoscenti per incentivare il diffondersi di questo pensiero ‘salva api’.

Le magnifiche 10:

Facelia (Phacelia tanacetifolia) produce tanti fiori blù-violetto dalla primavera all’autunno

Trifoglio (Trifolium) ottimo tappezzante e da foraggio, produce fiori quasi tutto l’anno

Senape bianca (Sinapis Alba) pianta mellifera, riesce ad attrarre tante coccinelle grazie agli afidi che la colonizzano

Mliloto (Melilotus) bianco o giallo nel periodo estivo è una delle piante preferite dalle api domestiche

Cosmea (Cosmos bipinnatus) la conosciamo per i suoi graziosi fiori rosa e bianchi, che per tutta la bella stagione offrono cibo ad api e farfalle

Fiordaliso (Cyanum segetum) chi non conosce il suo bellissimo fiore azzurro, prima molto diffuso nei campi e ora purtroppo sempre meno a causa dei pesticidi

Zinnia (Zinnia) abbellisce in estate orti e giardini con i suoi colori sgargianti che tanto attirano le farfalle

Calendula (Calendula officinalis) Pianta generosa la cui fioritura, se il tempo lo permette, si protrae tutto l’anno

Borragine (Borago officinalis) un’infestante commestibile, che gli insetti impollinatori, ma anche noi, vorremo avere sempre vicino per suoi fiori blu belli e buoni

Verbena (Verbena) pianta dalla fioritura copiosa che va dalla primavera all’autunno, Una gioia per gli insetti amici.

28958973_1442165229228438_3640269475267215360_nMa il progetto Bee-Side non si limita a questo semplice suggerimento, ma mette a disposizione dei propri soci (se non lo siete potrete sempre diventarlo) un’esclusiva lista di 200 piante idonee agli insetti impollinatori, con informazioni sulla produzione di nettare, utilissima per gli apicoltori, e sulla edibilità dei fiori, argomento che invece attrae la curiosità dei molti chef in ‘erba’.

Chiunque può prendere in prestito 2 bustine di semi dall’Associazione Seed Vicious, ma dovrà impegnarsi a coltivarli con metodi biologici, scambiarli con altri e se possibile, una volta ottenuti i semi, rinviarli in Associazione che provvederà a contraccambiare con un numero di bustine di semi adeguato a quello inviato. Le aziende agricole e gli apicoltori interessati potranno invece contare su 5 bustine di piante adatte agli insetti impollinatori. C’è però un piccolo regolamento comportamentale da seguire per chi decide partecipare che potete trovare sulla pagina web del progetto Bee-Side.

All’iniziativa hanno già aderito due aziende agricole, la ‘Canonica ai Borri’ di Incisa Valdarno e ‘Il cavolo a Merenda’ di Colle Val d’Elsa. Queste aziende sperimenteranno l’utilizzo di miscugli di semi di piante mellifere per comprendere quali possono garantire la migliore resa, sia in in termini di attrazione per gli insetti, che per durata del periodo di fioritura.

Adesso decidete voi in che termini partecipare a questa idea, può bastare anche un semplice fiore in un vaso del balcone, perché come dicono in Seed Vicious “Anche con piccoli gesti si possono ottenere grandi risultati! Serve però la collaborazione di tutti. Inserire le piante utili agli impollinatori nei nostri balconi, orti e giardini contribuirà alla creazione di un ambiente più sano per noi e per questi piccoli aiutanti.”

Commenti
4 Commenti a “Progetto Bee-Side incentiva le piante gradite alle api. Ecco le più apprezzate”
  1. Luciana scrive:

    E’ una bellissima iniziativa.
    (Luciana)

  2. quaglia scrive:

    Ciao,
    nel mese di aprile cosa si deve piantare, ed il periodo piu’consigliato?
    Grazie.
    (Quaglia)

    • Stefano Pissi Stefano Pissi scrive:

      Buongiorno,
      il mese di aprile è quello nel quale si mettono a dimora tutte le essenze ortive estive: Pomodori, zucchine, melanzane ecc. ecc. Ma bisogna aspettare che la stagione si sia ristabilita la meglio.
      Intanto potrebbe essere l’epoca dedicata alle semine di essenze erbacee, quali: radicchio, insalate, prezzemolo, bietole, ecc ecc.
      Salute e buon orto.

  3. Kamy scrive:

    Ciao,
    io, personalmente, uso una saponetta alla cera d”api e miele, artigianale, che compro da un apicoltore delle mie zone!e mi piace perché li pulisce a fondo.
    (Kamy)

Lascia un commento