Le tre regole per una buona rotazione colturale nell’orto

La rotazione delle colture è uno dei fondamentali dell’orto biologico se vogliamo che i nostri ortaggi crescano sani e rigogliosi senza l’aiuto di sostanze dannose. Cos’è la rotazione? E’ l’alternarsi dei vari ortaggi all’interno delle varie parcelle dell’orto, ovvero: quando togliamo i peperoni da un’aiuola cosa possiamo piantarci dopo? Perché coltivare sempre la stessa specie nello stesso appezzamento di terreno comporta un impoverimento... [Per saperne di più]

Ecco gli anni di rotazione richiesti da ciascuno ortaggio

Come sappiamo gli ortaggi sono vegetali vagabondi e non amano mettere radici  a lungo nello stesso posto. La tecnica della rotazione ci ha fatto scoprire quanto questo sia salutare per l’orto. E proprio per accompagnare e per aiutare i vari ortaggi in questo loro peregrinare da una parcella all’altra, abbiamo stilato un elenco delle specie più usate con il relativo numero di anni che dovremmo attendere prima di ripiantarli nello stesso... [Per saperne di più]

Una rotazione da provare: l’avvicendamento per famiglie di ortaggi

Ogni tanto è bene ritornare a parlare della rotazione degli ortaggi, perché è una pratica importantissima per la buona riuscita di un orto. La rotazione ci aiuta a mantenere l’orto produttivo, perché ne aumenta la fertilità, e ci aiuta a tenere lontani gli agenti patogeni di molte malattie che spesso tendono a insediarsi nel terreno. Abbiamo già visto quali possono essere i vari criteri da seguire per approntare dei validi schemi di rotazione,... [Per saperne di più]

La rotazione degli ortaggi – parte 2

La rotazione è un argomento vecchio come la terra, sembra che abbiano iniziata a praticarla addirittura nel medioevo. E una materia così ricca di storia non è pensabile liquidarla in quattro e quattr’otto, quindi se avete già digerito i criteri base elencati nella parte 1, ecco che ve ne suggerisco altri due, poi giuro che ho finito. 3.Un altro criterio da seguire è quello di alternare piante appartenenti a famiglie diverse. Vale a dire... [Per saperne di più]

Famiglie di ortaggi

Raggruppare le piante consente di risparmiare spazio e favorisce una protezione reciproca tra gli ortaggi. Ad esempio, i pomodori forniscono al sedano l’ombra di cui ha bisogno e, in cambio, il sedano mantiene il giusto tasso d’umidità. Le Ombrellifere Aneto, anice, angelica, carota, carvi, sedano rapa, cerfoglio, coriandolo, cumino, finocchio, pastinaca, prezzemolo Le Lamiacee Basilico, gattaia comune, issopo, lavanda, maggiorana, marrubio,... [Per saperne di più]