Articoli

Buon pomeriggio,
Chiedo scusa per la mia inesperienza! Questo inverno mi sono cimentata nel far germogliare una piantina di avocado dal seme in acqua.
Mi sono stupita della riuscita perché credevo fosse invece un’operazione complicata!
Mi sono tanto affezionata alla mia piantina ed ho seguito il suo sviluppo con sorpresa! All’inizio dell’estate l’ho trapiantata in vaso e stava andando tutto bene, ho continuato a tenerla in casa vicino ad una finestra perché ogni volta che provavo a metterla fuori al balcone nel giro di 30 minuti le foglie si abbassavano completamente. Purtroppo da qualche settimana la situazione sta precipitando, le foglie diventano pericolosamente marroni a macchie.
Sto cercando di innaffiarla poco perché temo che ci sia un problema idrico ma non essendo esperta non so veramente cosa fare.. piccole formazioni di muffa mi fanno sospettare che il terreno non stia respirando.. 😔
Vi chiedo aiuto! Grazie mille,
(Anna)

Risposta

Ciao Anna,
Hai visto che belle emozioni inaspettate, solo con un seme d’avocado?
Quando sposti la pianta da dentro casa a fuori è normale che lei abbassi le foglie in quanto cambiando il suo ambiente deve adattarsi a quello nuovo.
Riguardo alle macchie marroni sulle foglie invece la questione è la presenza di un fungo patogeno – Peronospora spp. Adesso potresti potare le foglie compromesse e contemporaneamente fare dei trattamenti a tutta la pianta con un antifungino biologico come la poltiglia bordolese, nel contempo prova a cambiare ambiente di coltivazione, da dentro casa a fuori, almeno fino a che non inizia il freddo autunnale.
Salute e buon orto.

Ciao,
vivo a a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, mi occupo di protocollo informatico e conservazione digitale presso un ente ospedaliero pubblico.

Complimenti per le Vostre pagine web, ben concepite e dai contenutindavvero interessanti. Sono alle prime armi in tema di semine e orto e sto appunto provando ad allestire un piccolo orto casalingo sul mio balcone, esposto ad est con varie ore di sole al mattino, spesso ventilato.
La mia pianta di melanzana, acquistata in vivaio circa un mese fa e trasferita in un vaso più grande insieme a varie piantine di sedano, da alcuni giorni presenta alcune striature color ruggine su alcune foglie che ho deciso di recidere (ho fatto delle foto, se mi indicate come, provvedo ad inviarvele).
All’apparenza la pianta sta bene, ma essendo un principiante temo che possa ammalarsi.
La innaffio con regolarità, cercando di non esagerare; cerco ditenere il terriccio sempre umido.
Sul fondo del vaso, all’atto del trapianto, ho risposto dell’argilla espansa.
La pianta, attualmente, senza considerare l’apparato radicale, è alta circa 55 cm. Di cosa potrebbe trattarsi?
Grazie e ancora
complimenti per il Vostro bel sito.
(Antonio – Torre Annunziata – Campania)

Risposta

Ciao Antonio,
grazie a te, sia per i complimenti che ci rivolgi che per la precisione che hai nel descriverci tutto al meglio, anche senza foto va bene.
Per quanto riguarda la melanzana fai bene ad irrigarla ma non esagerare nel tenere troppo umida la terra, sennò la pianta cresce troppo e fa meno frutti. Riguardo alle macchie marroni credo che sia la presenza di un fungo – probabilmente Peronospora – e per il quale ti suggerisco di trattare la pianta con dei prodotti a base di ossido di rame – poltiglia bordolese per esempio – due volte al mese circa, vedrai che le nuove foglie saranno sane, verdi.

Ciao,
sono di Perugia, prima esperienza con orto, praticamente innamorata della mia creatura!
Le mia piante di cetriolo stanno producendo tantissimo, premetto che uso solo decotto di aglio peperoncino e all’occorrenza bicarbonato. Finora un gran successo. Ma da qualche gg sulle foglie dei cetrioli sono comparse queste macchie, senza muffa, che sembrano bruciature a dire il vero. Specifico che qui si sono susseguite da un mese bombe d’acqua a caldi improvvisi
non penso si tratti di virosi. Aiuto!!!
Allego foto:

Grazie,
(Emilia)

Risposta

Ciao Emilia,
hai veramente ragione a parlar d’amore..riguardo all’orto e la natura!
Dalle foto che ci fai vedere sembra che le foglie si siano in quel punto bruiate…o comunque erose da qualche insetto – tipo larva di coccinella – ma non parlerei di una patologia vera e propria.
Se vedi che il fenomeno è limitato e comunque fermo, cioè che non si espande sulla nuova vegetazione allora non mi preoccuperei oltremodo, in fondo non facendo alcun tipo di trattamento avere le foglie macchiate mi sembra il minimo.
Salute e buon orto.

Buongiorno a tutti.
Ho un terrazzo abbastanza grande dove coltivo di tutto. Per me prendermi cura delle mie piante e dei miei gatti è la miglior cura che possa esistere.
Riesco a debellare la cocciniglia con la soluzione di acqua ed alcool, ma se la pianta è molto infestata con la stessa soluzione e dell’ovatta pulisco il tronco e le foglie che risultano colpite. Per le afidi e la farfallina bianca mi trovo bene con il sapone molle.
Leggendo i vostri post ho scoperto tante cose utili come per esempio il mix sapone e alcool e per questo vi ringrazio.

Ora vengo al mio problema; con i primi caldi le foglie delle mie rose presentano dei buchetti. Ho guardato la pagina inferiore delle foglie pensando di trovarvi le larve dei coleotteri (piccoli vermetti di un verde tenue) ed invece niente. qualcuno mi può dire cosa può essere, e come intervenire? Grazie ancora.
(Mara)

Risposta

Ciao Mara,
la tua storia di pace che racconti, coltivando piante e allevando gatti…ci mette di buon umore….e poi usi metodi naturali che funzionano alla grande. Viva!
I piccoli buchetti sulle foglie di rose sono probabilmente causati dalla predazione fatta da piccoli coleotteri – adulti però – e non larve di lepidotteri come pensi; non è facile vederli all’opera e se intendi contenere la loro azione – se vedi che i buchi iniziano a minare troppo la salute della pianta – suggeriamo l’utilizzo di insetticidi biologici a base di olio di neem – vedi il link.
Salute e buon orto.

Ciao.
Ho un piccolo orto a Sesto Fiorentino, volto a nord.
Il mio arbusto preferito è quello di erba cedrina a cui tengo molto, perchè amo fare il liquore con queste foglie!
L’ho potato due volte, 1 in autunno e 1 in inverno, perchè era diventata ingombrante.
Ora sembra morta: E’ troppo presto o è morta davvero?
Grazie,
(Cecilia – Sesto F.no – Toscana)

Ciao Cecilia,
la Cedrina – ecco un bel link – è una pianta dai mille usi, ci piace tanto anche a noi!
La tua in particolare adesso non avrà un bell’aspetto giusto per le caratteristiche di questo inverno particolarmente….invernale direi. Giochi di parole a parte ti suggerisco di stare tranquilla e aspettare il bel tempo per avere nuove foglie…nel frattempo prova a grattare leggermente la corteccia con l’unghia del pollice e vedrai che se compare il verde brillante sotto il grigio tenue, significa che la pianta è ancora viva.
Salute e buon orto.

ciliegio - edoCiao,
il mio ciliegio, da un po’ di tempo è sofferente.
Le foglie iniziano a presentare macchie scure, alcune hanno dei buchetti.
Successivamente ingialliscono e cadono.
Cosa’è, e come posso fare?

Ecco qui una foto:

Grazie.
(Edo)

Risposta

Ciao Edo,
le foglie che ci fai vedere in foto possono “parlare” di almeno tre cose: i buchi che vedi sono dovuti alla predazione da parte di qualche larva o anche adulto di coleottero…ma non è grave diciamo, lo schiarimento del verde che tende al giallo invece è sintomo di una clorosi e cioè carenza di elementi chimici quali azoto o ferro – per caso la pianta cresce in un vaso? – E comunque ora non è il periodo di concimazioni. Il nero è probabile che sia dovuto a scottature causa il forte sole di questa estate e il ciliegio ne soffre tanto di questi estati torride. Ti suggeriscoo di dare acqua alla pianta se gli manca e se vegeta in vaso specialmente spostala all’ombra.
Salute e buon orto.

Ciao,
mi sembra che i miei fagiolini – var. stringa – non abbiano un sufficiente sviluppo radicale,
mi sapete dare un giudizio, anche dalle foto che vi invio?
Cosa posso fare per ovviare all’eventuale problema?
Ecco le foto dei miei Fagiolini:

Grazie.
(Desiderio)

Risposta

Ciao Desiderio,
avevo già risposto alla tua richiesta ma senza aver visto le foto – utilissime – che ci hai inviato e dalle quali si notano bene delle zone radicali ibrunite e delle macchie fogliari che poi sul margine delle stesse seccano.
La patologia di riferimento potrebbe essere un fungo – Colletotricum lindemunthianum – Antracnosi, che potrebbe essere già presente sul seme che utilizzi – occhio alla qualità del medesimo – oppure è direttamente nel terreno e in questo caso ti suggerisco di cambiare l’aiuola di coltivazione, magari lasciandola a riposo e lavorata per tutta l’estate oppure anche cambiare tipologia di coltivazione.
Salute e buon orto.

© 2021 Bonduelle InOrto