Ciao,
mi definisco pollice nero! Però non demordo. Sono impiegata nella mia città natale, Belluno.
Ho costruito un orto rialzato 130×70.
E’ isolato da terra con una fila di mattoni di cemento, sul terreno un tessuto per la paciamatura e una rete anti ratti. I bordi della cassa sono in legno e li ho foderati all’interno con un telo pvc. Per il riempimento ho messo tanto terriccio “universale”, terra da orto già concimata più un sacco di stallatico.
Lo strato più basso l’ho fatto buttandoci dentro l’erba fresca appena tagliata…Tutto bene, benissimo.
Oggi ho scavato un buco per infilarci un’ultima pianta di origano ed ho scoperto che la terra era molto calda. La temperatura di oggi era di soli 10 gradi.
E’ giusto/normale? Ho sbagliato qualche cosa? Fermenterà tutto e prenderà fuoco?
Grazie in anticipo per la risposta.
(Paola – Belluno)

Risposta

Ciao Paola,
altro che pollice nero, mi sembra che tu abbia allestito un bell’orto in cassone.
Gli ingrediendi che hai unito però stanno reagendo in maniera naturale proprio come dovrebbe avvenire nelle nostre compostiere e cioè l’erba tagliata di fresco, unita allo stallatico bello ricco d’azoto, sta fermentando e quindi aumentando la temperatura del terreno. Tutto dipende da quanto dura e quindi che temperature raggiungerà ma credo che il fenomeno si smorzi sul nascere…in ogni caso puoi spengere ulteriori fermentazioni aumentando di tanto le irrigazioni…proprio come fa il pompiere.
Salute e buon orto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2021 Bonduelle InOrto