Quando raccogliere la zucca e come conservarla

A settembre l’orto è un tripudio di colori e le zucche spiccano sia per l’arancio sgargiante che per le notevoli dimensioni.

La raccolta delle zucche avviene tra settembre e novembre prima che inizino le gelate, perché le zucche sotto ai 10° soffrono irrimediabilmente. Tuttavia se le lasciamo nell’orto, il sole continuerà a farle maturare e fare addolcire la loro polpa zuccherina, contribuendo a renderle più gustose e conservabili a lungo.

Ma a proposito di conservazione, se vogliamo evitare marciumi, dovremo rialzarle dal terreno e impedire che ne assorbano l’umidità. Potremo utilizzare a questo scopo delle tavole di legno, delle cassette da frutta o dei mattoni o qualsiasi cosa possa suggerirvi la vostra fantasia e il vostro ingegno.

Raccogliamo le zucche quando sono ben mature e le foglie della piante sono secche e ingiallite.

Lasciamo asciugare bene le zucche dopo la raccolta in un locale tiepido e ventilato e con il picciolo ben attaccato per evitare marciumi. Le zucche possono essere conservate a lungo, anche sei mesi, se avremo modo di stiparle in un luogo arieggiato e dove la temperatura non scenda mai, come abbiamo detto, al di sotto dei 10°, perché altrimenti la polpa potrebbe cristallizzarsi e marcire.

Quando ne avremo una bella scorta per l’inverno possiamo raccogliere i semi della zucca per semine future o per ‘mangiate nutrienti’. Come fare? Niente di più facile:

– tagliamo la zucca matura a metà

– preleviamo i semi

– laviamoli e ripuliamoli sotto il getto dell’acqua

– disponiamoli ben allargati su un piatto o su un vassoio e lasciamoli asciugare al sole e al vento

– trascorso qualche giorno mettiamoli in piccoli sacchetti di carta, scrivendoci sopra la data di raccolta e il nome della varietà.

Commenti
9 Commenti a “Quando raccogliere la zucca e come conservarla”
  1. Lina D'ARNESE ha detto:

    Molto interessante.
    Grazie!
    (Lina)

  2. TOMMASO PAOLINI ha detto:

    Buongiorno,
    ho delle zucche verdi ancora attaccate alla pianta madre: vanno raccolte daverdi e poi conservate o debbo aspettare che diventino gialle?
    Grazie ed un cordiale saluto,
    (Tommaso)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Tommaso,
      il colore della zucca a maturazione dipende anche dal tipo di zucca…alcune non virano mai troppo al giallo e rimangono verdi.
      Comunque le lascierei sulla pianta fino a che vedi che qualcosa continua a cambiare e le toglierei quando la “madre” le stacca facendo seccare il picciolo che le tiene unite.
      Salute e buon orto.

  3. Angelo di lucia ha detto:

    Ho imparato qualcosa in più. 
    Grazie!
    (Angelo)

  4. Alessandro ha detto:

    Ciao,
    le foglie delle mie zucche sono colpite da un fungo bianco di cui avete trattato anche voi. C’è pericolo per i frutti? Cosa posso fare?
    Grazie.
    (Alessandro)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Alessandro,
      Certamente, il fungo di cui parli si chiama Oidio, o Mal Bianco…
      E le piante di zucca e famiglia sono molto sensibili.
      I frutti raramente vengono colpiti ma potresti trattare comunque le piante con dei prodotti a base di zolfo bagnabile o anche in polvere per avere una pianta certamente più sana e più bella nel complesso.
      Salute e buon orto.

    • Nara Marrucci ha detto:

      Ciao Alessandro, Stefano ha perfettamente ragione, ma ti consiglio di leggere anche il post che abbiamo scritto in precedenza proprio sull’oidio( https://www.inorto.org/2011/08/oidio-il-mal-bianco-dellorto/ ). E’ facile che sulle zucche e zucchine compaia questo problema soprattutto a fine stagione, ma se la pianta è ancora in produzione è bene risolverlo. Ciao Ciao 😀

Lascia un commento