Lo spinacio dalla semina alla raccolta, per avere foglie verdi e croccanti in ogni stagione

Posso consigliarvi una semina veloce e senza difficoltà per il vostro orto in vaso? Lo spinacio. Si semina oggi e si raccoglie dopo circa 4 settimane, è ricco di vitamina  A B e C, è buono cotto, ma è ottimo anche crudo in insalata.

Lo spinacio richiede poche cure e si ammala raramente. Le uniche due accortezze che dobbiamo riservargli per avere un buon raccolto sono:

1. evitare di coltivarlo in zone troppo umide o chiuse, per scongiurare il pericolo di malattie fungine;

2.  evitare di seminarlo nei mesi più caldi, perché altrimenti tende a crescere in fretta e a fiorire.  Lo spinacio ama il clima fresco e in estate è meglio dedicargli le zone ombreggiate.

Terreno – si adatta a qualsiasi tipo di suolo, soprattutto a quelli già concimati per il raccolto precedente.

Semina – Se vogliamo avere foglie sempre fresche l’ideale è prevedere una prima semina in primavera (marzo-aprile) e un’altra a fine estate (fine settembre, ottobre, talvolta anche novembre). Seminiamolo in file poco profonde, 1 o 2 cm, e tra le file lasciamo una distanza di 30 cm. Cerchiamo inoltre di non mettere i semi troppo fitti sulla fila, la distanza giusta sono 15 cm,  altrimenti poi saremo costretti a diradare.

Se volete fare un’aiuola mista oppure comporre un vaso con più verdure vi suggerisco di associare allo spinacio della cicoria o della lattuga, ma andranno bene anche sedano e cavolo.

Raccolta – Se seguirete i tempi di semina che abbiamo indicato, effettuerete una prima raccolta a maggio e giugno che una seconda a settembre e ottobre. In genere si raccolgono le foglie più grandi laterali senza rovinare il cespo, così quelle piccole centrali continueranno a crescere e a dare nuove foglie. Ma se amate le foglie tenere e giovani per le insalate, tagliate l’intero cespo al di sopra dello stelo principale (centrale), solo così daremo alle piantine la possibilità di produrre altre foglie.

foto di nociveglia e di Ctzen Catania

Commenti
2 Commenti a “Lo spinacio dalla semina alla raccolta, per avere foglie verdi e croccanti in ogni stagione”
Trackbacks
Guarda cosa dicono gli altri...
  1. […] Lo spinacio dalla semina alla raccolta […]



Lascia un commento