Dalla A alla L, ecco gli ortaggi più adatti al balcone

L’inverno ci obbliga al riposo. Dopo che abbiamo ripulito gli attrezzi, riordinato i vasi, spazzate via le foglie, qualsiasi altro lavoro andrà molto probabilmente rimandato a febbraio. Però niente ci vieta di organizzare le nuove semine. Finalmente avremo un po’ di tempo per progettare con calma il nostro orto in balcone. E se avete ancora qualche dubbio, su quali siano gli ortaggi più indicati per il vaso, cerchiamo di risolverlo.

Tanto per iniziare quando scegliamo le varietà prestiamo attenzione a quelle il cui nome contiene l’aggettivo nano, baby, ecc. ed in ogni caso cerchiamo sempre, prima di comprare semi o piantine, di capirne le dimensioni.

A come Aglio – I bulbilli si piantano in marzo direttamente nel vaso. In uno largo 30 cm. ce ne possono stare circa nove. L’aglio bianco resiste meglio al freddo ed ha un sapore più forte, quello rosa ha un sapore più delicato, ma è più sensibile all’umidità e ama temperature più elevate.

B come Bietola o Barbabietola – La prima possiamo seminarla da febbraio (clima permettendo) ad agosto, in vasi profondi anche solo 25 cm. La seconda, pur crescendo bene in vaso (semina febbraio-maggio), non ama la folla, ha bisogno di più spazio e non dovremmo metterne più di sei in un vaso diametro 30 cm e profondo 30 cm.

C come Carota – E’ felicissima sul balcone e in un vaso largo 30 e profondo 30, ci stanno circa 10 carote. Se sceglieremo le varietà più piccole, come la tonda di Parigi, potremo piantarla anche in vasi profondi solo 15/20 cm.

C come Cavolo – Tutti i cavoli si adattano bene al vaso, ma a patto che sia spazioso, non meno di 40 cm di larghezza e profondità. Ottime le tinozze e i cassoni. Un consiglio: comprate le piantine e trapiantateli, seminarli è più complicato.

C come Cetriolo – Il cetriolo è molto gradevole farlo pendere dai vasi, ma potremmo decidere anche di inserire una rete metallica a cilindro dentro al contenitore per dargli un sostegno su cui arrampicarsi. Si semina da aprile a giugno direttamente in vaso. Il vaso dovrà essere grande almeno 35 cm.

C come Cipolla – I cipollotti sono perfetti in vaso mixati a insalatine multicolori. I bulbilli vanno piantati a una profondità di 5/8 cm. Anche le cipolle da bulbo possono adattarsi a crescere in un contenitore, ma in questo caso dovrà essere più grande: almeno 20l.

F come Fagiolo – Un vaso largo 45 cm può ospitare 5 piante di fagioli. Sono facili da coltivare: basta un po’ di terra e poca acqua e il gioco è fatto. Se avete a disposizione solo un vaso piccolo ne metterete solo una pianta. Sono più adatte le varietà a cespuglio, mentre se vi piacciono i fagioli o fagiolini rampicanti, dovrete pensare a delle canne legate a tenda per potergli dare un adeguato sostegno.

F come Finocchio – Di come il finocchio stia bene in vaso ho già parlato in un post precedente. Anche per il finocchio possiamo ricorrere ad una piantina già pronta da mettere a dimora in agosto. Il vaso, mi raccomando, non inferiore ai 30 cm.

L come lattuga o insalate da taglio – Sono le piante ideali da coltivare in vaso. Può andare bene qualsiasi tipo di contenitore: spargete del seme, mantenete il terreno umido e presto avrete nel piatto la vostra insalata. Ce ne sono moltissime varietà e non avrete che da sbizzarrirvi.

Ancora una volta mi sono dilungata troppo: dovrò inserire gli ortaggi dalla M alla Z nel prossimo post.

Lascia un commento