Cosa posso coltivare dopo il cavolfiore, per rinnovare il terreno?

Salve,
seguo sempre il vostro forum e ne sono felice e soddisfatto!
Ho sentito dire che dopo aver coltivato in cavolfiore per tre anni nel solito pezzo di terra è meglio cambiare cultura; cosa posso coltivare, visto anche che in quella porzione di orto c’è poco sole?
Grazie.
(Luca)

Ciao Luca,
grazie che ci segui soddisfatto, anche noi lo siamo.
Il cavolfiore è una coltura che, rispetto ad altre, sfrutta molto il terreno, impoverendolo di nutrienti e minerali, per questo dopo un pò di anni che coltivi sempre la stessa pianta nel tereno fai bene a cambiare, per esempio coltivando piante da rinnovo come tutte le leguminose quali: Piselli, fagioli, fagiolini, fave, ceci, arachidi ecc ecc.
Per avere informazioni ulteriori sulla coltivazione del cavolfiore, leggi pure l’articolo che trovi nel link.
Salute e buon orto.

Commenti
1 Commento a “Cosa posso coltivare dopo il cavolfiore, per rinnovare il terreno?”
  1. leo072 ha detto:

    Ciao.
    Il cavolo, come tutte le crucifere (oggi brassicaceee), divorano letteralmente azoto e minerali in particolar modo calcio, magnesio e zolfo. Infatti si usano i cavoli come ultima coltura di rotazione dopo grano e patate per estrarre il calcio accumulatosi nel terreno. Quindi per ripristinare il terreno ti consiglio di spandere una generosa dose di letame del quale 1/3 sia pollina e spandere 25kg ogni 100mquadri di litotamnio sul letame. Poi dopo 2 settimane fresi o vanghi a 30 cm di profondità e semini veccia sativa o trifoglio e irrighi abbondantemente, dopo 2 mesi puoi sfalciare e rifresare. Il terreno sarà rigenerato alla grande. Buon coltivo Leo.

Lascia un commento