Al via il forum di InOrto, iscrivetevi e partecipate!

OrtaHabemus Forum! Ma ve ne siete accorti che finalmente abbiamo attivato un forum aperto a tutti, dove potrete scrivere per dare e ricevere informazioni, consigli, suggerimenti, ecc…ecc…ecc… Insomma potrete parlare non solo con la redazione di InOrto, ma anche fra di voi!

Non avrete che da andare sulla finestrella di accesso al forum, eseguire una facile iscrizione e da quel momento sarete parte attiva del blog InOrto. Per il momento sono stati inseriti dei macro argomenti, ma potremo aggiungerne altri se riterrete necessario.

Potrete scrivere quando avrete un problema con qualche ortaggio, ma anche rispondere a chi ne sa meno di voi! Perché nell’orto funziona così, magari uno sa tutto sulle zucchine, ma alla prima melanzana entra in difficoltà. Per questo è utilissimo avere un luogo dove potere scambiare esperienze e, perché no, anche semi rari e difficili da reperiredi

Un luogo dove condividere una passione in comune, che nel nostro caso si chiama orto, verde, natura. Una sorta di piazza virtuale  dove incontrarsi e parlare dei propri fallimenti e dei propri successi, di dubbi e certezze, di preferenze e antipatie, di aneddoti, di saperi antichi o tecniche nuove. Scrivete, scrivete e scrivete e se avete suggerimenti da darci inviateli!

Commenti
12 Commenti a “Al via il forum di InOrto, iscrivetevi e partecipate!”
  1. Romano ha detto:

    Finalmente qualcosa di interessante e ben strutturato, nel senso che tutto sia aperto a tutti,

    sul tutto che riguarda la natura e tutto ciò che circonda e che di incontaminato ci resta.

    Spero che possa divenire un “”””orto universale anche per chi materialmente non lo ha”””.

    Ad majora.

    Romano

    • nara marrucci ha detto:

      Ciao Romano
      Quello che scrivi è per noi, di In Orto, energia pura!
      Noi la rinnoviamo e la ridoniamo a te con un grande… GRAZIE!!!
      Buona Vita!

  2. Cosimo ha detto:

    Ciao a tutti, ho un problema con le mi zucchine e spero sinceramente che possiate aiutarmi.

    Premetto che questo e’ il primo anno che curo un orto ed anche seguendo tutte le regole si rimane pieni di dubbi e domande.

    Dunque, ho piantato quattro piante di ” zucchino genovese chiaro “, forse un po’ in ritardo ma in ogni caso ogni pianta e’ cresciuta bene e sta cominciando a fare fiori, sia maschi che femmine apparentemente.
    Di queste soltanto una ha fruttificato, ma non e’ questo il problema; la pianta ha fatto come primo fiore assoluto, una femmina, visto che dopo e’ cresciuto il frutto e già mi chiedo: come ha fatto ha crescere il frutto se non c’era nessun maschio presente ad impollinare ?

    Adesso la stessa pianta ha fatto diversi maschi 4 o 5, e due fiori femmina di cui uno sembrava dovesse dare un frutto, ma poi si e’ spaccato a meta’ quasi sul nascere ( foto ).

    Mi ciedo se sia la troppa acqua ( penso di dare almeno 5 litri d’acqua ogni sera ad ogni pianta ), il sole e’ diretto dalle 9 la mattina alla 5 il pomeriggio piu’ o meno, poi, quando il sole cala, rimangono un po’ coperte da un ulivo che si trova nelle vicinanze restando comunque ben illuminate.

    E’ probabile che il fiore femmina non sia stato impollinato, considerando il numero di maschi vicino e quindi non porti a termine il frutto? mi sembra che i fiori maschio siano molto fragili e massimo due giorni dopo l’apertura si stacchino.. forse non fanno in tempo ad impollinare ?

    Grazie dell’aiuto

    PS: purtroppo non riesco a caricare l’immagine, dove si trova ” allega file ” ?

    (Cosimo)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Cosimo
      Il primo anno è sempre una esperienza incredibile, ma anche il secondo e pure il terzo…. insomma ti scrivo questo per dirti che non si finisce mai ne di imparare ne di stupirsi con la natura.
      L’impollinazione dei fiori di zucchino è affidata alle api e ai bombi, quindi insetti che volano anche per distanze di alcuni km, magari il polline maschile viene da una pianta vicino alle tue.
      Riguardo invece al fiore femmina che non ha dato il frutto sperato ti dico che ogni tanto accade…magari 5 litri d’acqua al giorno mi sembrano forse troppi,
      prova a ridurre.
      Riprova a caricare l’immagine che almeno ci rendiamo conto meglio.
      Buon orto Cosimo, continua così, a imparere e stupirti sempre!
      Grazie

  3. Christian ha detto:

    Ciao,
    ti volevo chiedere, se mi puoi aiutare per favore:
    mi hanno regalato un sacco da 10kg circa di letame fresco appena raccolto in una giornata di fiera, come posso usarlo? Io in città ho solo dei vasi, dove faccio d’estate pomodorini basilico e zucchine diciamo…pensavo di metterlo in qualche vaso e coprirlo con della terra, bagnarlo di tanto in tanto a meno che non lo faccia gia la pioggia e quindi poi utilizzarlo quest’estate mischiandolo con tutta la terra..che mi puoi consigliare?
    Grazie mille.
    (Christian)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Christian,
      che bella la tua produzione di pomodori e zucchine sul terrazzo…mi fa venire l’acquolina in bocca!
      Riguardo al letame fresco mi sembra ottima la soluzione che proponi, mischiare il letame alla terra – per curiosità guarda il video nel link – aiuta la sua maturazione e per la prossima primavera sarà pronto per concimare i tuoi vasi ancora.
      Altrimenti se tu hai una compostiera attiva o d’attivare puoi aggiungere il letame direttamente li dentro…entrerà a far parte del tuo terriccio, aumentandone così il potere concimante.
      Salute e buon orto!

  4. Christian ha detto:

    Salve,
    a destra dal basso letame fresco in vaso, poi andando verso l’alto vasi di terra con letame maturo pellettato che mi era rimasto, scarti di alimenti tipo caffè uova e verdure (in parte bucce frullate) carta bucce di mela, il tutto coperto con un sottovaso.I vasi sono tutti comunicanti con i classici fori gia presenti.ovviamente all’interno ci sono i magnifici lombrichi che fanno il loro lavoro per la mia estate tutta da scoprire. Che ne dite? Grazie
    (Christian)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Christian,
      hai creato una compostiera tutta originale per il tuo terrazzo! Bravo, ci spedisci una bella foto – nella sezione specifica del forum? Grazie!
      Noi diciamo che finchè c’è vita c’è speranza…e nel tuo composto ce ne è in abbondanza.
      Salute e buon orto.

  5. Giovanni ha detto:

    Ciao,
    sono un nuovo appassionato di orto ma con pochissimo tempo a disposizione da dedicare purtroppo.
    Ho un pezzo di giardino che vorrei adottare per creare il mio orticello, creato utilizzandoa nche dei teli per pacciamatura e un impianto di irrigazione a goccia. Vorrei capire se in un telo largo 1,5mt dispongo tre file di pomodori devo mettere per ogni fila il suo tubo gocciolante o mi basta un solo tubo laterale su un solco? Scusate l’ignoranza in materia 🙂
    (Giovanni)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Giovanni,
      benvenuto ad in-orto, il sito apposta per gli appassionati come te…anche con poco tempo a disposizione!
      Ottima la distanza fra le file dei pomodori, potali bene che sennò non ci passi però! Riguardo all’irrigazione invece ti suggerisco di un tubo di ala gocciolante per ogni fila di pomodori, che almeno sei sicuro di irrigarli a dovere.
      Salute e buon orto.

  6. carlo ha detto:

    Salve,
    mi è stato proposto di lavorare un terreno per farci un orto, semi intensivo, avendo il pozzo con l’acqua, che diametro di tubo di mandata potrei usare: da 32 o da 40 cm?  Naturalmente a debita distanza poi lo stafferei per poterci inserire i rubinetti per le ali gocciolanti.  
    Grazie per la vostra risposta.
    (Carlo)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Carlo,
      bella storia, che inizi un orto tutto tuo!
      Riguardo al dimensionamento del tubo di portata principale dell’acqua per l’irrigazione a goccia, dovresti sapere in anticipo la portata – litri al minuto – e la pressione di spinta che ti fornisce la pompa del pozzo e la metratura complessiva dell’ala gocciolante che metterai a dimora.
      Salute e buon orto.

Lascia un commento