Come faccio a riconoscere il kiwi maschio da quello femmina?

Sono 4 anni che ho piantato dei kiwi maschio e femmina come da procedura solo che non riesco ancora a mangiare i frutti. Quando é tempo di fioritura fanno tanti fiori dopo di che si seccano e cadono. Forse non si impollinano? Ma da cosa si riconosce la pianta maschio da quella femmina ? Forse mi hanno imbrogliato chi mi ha venduto le piante ! Vorrei capirci qualcosa in più. Grazie

(Rosanna)

Ciao Rosanna, dopo quattro anni nessun frutto, inizierei anch’io a nutrire dei sospetti!

Non è facile riconoscere la pianta maschile da quella femminile, tuttavia i loro fiori sono diversi, perché nella pianta maschile questi si presentano a grappoli, mentre in quella femminile sono singoli e distanziati tra loro, per fare in modo che il fiore una volta fecondato abbia lo spazio per potersi trasformare in frutto.

In ogni caso dai uno sguardo a questo link sui kiwi di Wikipedia, lì troverai anche delle foto che, come sempre, sono più esplicative delle parole.

Un saluto e a presto!

Commenti
10 Commenti a “Come faccio a riconoscere il kiwi maschio da quello femmina?”
  1. massimiliano ha detto:

    Ciao Nara,
    sono Massimiliano da Latiano, provincia di Brindisi, come posso far nascere e crescere una pianta di kiwi a partire dai semi di un frutto preso dal fruttivendolo? Quando seminarle e come fare?
    Aspetto vostre notizie grazie!
    (Massimiliano)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Massimiliano,
      che bell’idea, sapere poi che dai quei semini neri, piccolissimi, si può sviluppare una pianta vigorosa come il kiwi.
      Ti riassumo per punti i passaggi che dovresti fare per arrivare alla germinazione dei semi:
      1- separa i semi – piccoli e neri – dalla polpa
      2- lavali bene in un colino sotto l’acqua corrente, devi togliere ad essi quella gelatina che altrimenti li farebbe ammuffire; poi metti i semi in ammollo in acqua calda per almeno un giorno
      3 – prendi un contenitore trasparente – di vetro o plastica – e metti sul fondo della carta assorbente e sopra di essa un mini strato di terriccio – 1 cm circa – e inumidisci il tutto
      4 -disponi i semi ben distanziati fra loro e copri con della pellicola trasparente il contenitore, mi raccomando pratica dei fori sulla pellicola per far passare aria
      5 – tieni umida, appena, la terra e aspetta che siano germinati i semi – una settimana circa di tempo
      6 – travasa i germogli poi in dei vasettini con il terriccio e fai crescere le tue piantine di kiwi.
      Salute e buon divertimento!

  2. gianluca ha detto:

    Buongiorno,
    mi chiamo Gianluca e dovrei spostare una pianta di Kiwi. Sono molti anni che si trova in quel posto ma ora per motivi di ampliamento della casa devo spostarla. In che periodo mi conviene fare questa operazione, c’è la possibilita che muoia una volta tirate fuori le radici??
    Coordiali saluti.
    (Gianluca)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Gianluca,
      si, capita ogni tanto di dover spostare le piante che ormai vegetano da tempo in un luogo, ma è un operazione che se fatta nell’epoca giusta e nella corretta modalità riesce sempre con successo.
      Il periodo migliore per fare codesta operazione è l’autunno/inverno; per fare questo prova a seguire le seguenti fasi operative:
      1 – Apri prima di tutto una nuova buca per accogliere la pianta di kiwi, lascia la terra smossa che subisca tutti gli agenti atmosferici e migliori la sua struttura
      2 – pratica un energica potatura sulla pianta di kiwi, riduci la chioma ai migliori tralci, tre o quattro vigorosi, di una lunghezza di un metro circa
      3 – pratica adesso la zollatura delle radici, formando una zolla con terra e radici, di circa 40 cm di lato
      4 – infine trapianta la tua pianta dalla vecchia alla nuova sede, riportando nella nuova buca una terra migliorata con terriccio e stallatico
      Salute e buon trapianto!

  3. Franco Boscaro ha detto:

    Salve,
    nel tempo piantai un kiwi maschio ed ai lati due femmine, l’anno dopo il maschio aveva attecchito enrgicamente, mentre le due femmine si seccarono, ne ripiantai altre due e idem come sopra, il maschio con una caterva di fiori ma le femmine di nuovo seccarono, insomma per farla breve, sei femmine morte, ora sono circa 4 anni che ho piantato una sola femmina, sempre di fianco al maschio, sembra che tenga, ma ancora non mi ha fatto un solo fiore. Qualcuno sa dirmi il perchè di questo strano risultato? Ringrazio chiunque sappia darmi una risposta in merito.
    Grazie.
    (Franco)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Franco,
      si davvero un bel dilemma il tuo…vediamo di indagare a dovere.
      Io credo che, se nei vari trapianti di kiwi femmina non hai mai cambiato la loro dimora il problema sia da ricondurre al terreno che ha al suo interno -in quel punto – dei patogeni fungini che pregiudicano la vita dei tuoi kiwi, che seccano in pianta, e che, senza vedere un campione della stessa è impossibile capire il tipo di patogeno. La soluzione al tuo problema potrebbe essere innanzitutto quella di cambiare il luogo del trapianto, spostarlo almeno di due metri da quello originario, dove cioè ti si sono seccate tutti gli altri kiwi fwmmina. Un’altra via è quella di disinfettare il terreno con prodotti specifici – antifungini – che però non saprei consigliarti fino a che non si sa il nome del fungo.
      Salute e buon orto.

  4. ismail ha detto:

    Ciao,
    ho 5 piante di kiwi, una deve essere maschio, hanno 5-6 anni di vita. L’anno scorso una delle piante ha fatto i frutti per la prima volta, gli ha fatti crescere cfino alle dimensioni di prugna e poi sono caduti tutti, non sono maturati neanche uno.
    Non sono sicuro se il maschio ha fatto i fiori o no.
    Dove puo essere il problema?
    Grazie!
    (Ismail)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Ismail,
      quello che si sta verificando sulle tue piante di kiwi si chiama tecnicamente – Cascola dei Frutti. Le ragioni possono essere diverse ma credo che il motivo principale, nel tuo caso, sia quello dovuto alla giovane età delle piante. In questi casi infatti accade spesso che in piante giovani le prime fruttificazioni non vadano a buon fine perchè la pianta deve in qualche maniera svilupparsi anche essa maggiormente. Per questo ti suggerisco di non scoraggiarti e di continuare ad allevare bene le tue pinate e vedrai che i frutti non tarderanno ad arrivare. Riguardo alla fioritura di maschi credo che non cisiano problemi in quanto se hai avuto frutti, quella ha funzionato.
      Salute e buon orto.

  5. Elena ha detto:

    Ciao,
    ho da circa 4 anni delle piante di kiwi che coltivo in vaso ed ho acquistato in un vivaio specializzato.
    Il vivaista mi assicurò che fossero presenti sia maschi che femmine e, in effetti, anche nell'”etichetta illustrativa” della pianta c’erano i simboli relativi M/F. Da quando ho le piante le ho sempre tenute in un punto luminoso, che avesse il sole soprattutto il pomeriggio e quasi mai diretto. Ogni anno fa tantissime foglie e molto verdi (tranne l’anno scorso che si erano un po’ ingiallite ed accartocciate) ma non ha mai fatto frutti nè fiori.
    Sbaglio qualcosa? Come mai non ha mai fatto nemmeno un fiore?
    Grazie mille!
    (Elena)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Elena,
      non sbagli sicuramente niente, le tue piante crescono bene nei vasi e, probabilmente, stanno ritardando la loro fioritura in quanto tutte le piante fanno così, crescono verdi e producono molti rami e foglie fin che possono e poi rallentando la loro crescita iniziano a fiorire e fruttificare.
      Se le piante sono buone credo che l’unica soluzione sia aspettare, intanto allevale bene come stai già facendo.
      Saòlute e buon orto.

Lascia un commento