Come trasformare un ortaggio in un’opera d’arte

Chi segue InOrto da un po’, sa che a noi piace quando l’orto o gli ortaggi si trasformano in soggetti artistici, perché questo significa che i nostri ‘amici vegetali’ e, allargando il ‘campo’, l’intera natura diventano oggetto di stimolo, di creatività e di attenzione. E chi ama la terra sa quanto bisogno ci sia di attenzione in questo momento, nei confronti di ciò che è essenziale e vitale, ma che sembra dimenticato dai più!

Non poteva dunque sfuggirci Sakir Gokçebag, artista turco residente ad Amburgo, che ama fotografare ortaggi e frutti sezionati o affettati e poi ricomposti con l’intento di creare forme suggestive e quadri che stupiscono per la loro precisa essenzialità.

Le foto che vedete non sono ‘frutto’ di ritocchi digitali, ma sono il risultato di tagli incredibilmente precisi e definiti. Sakir utilizza la bellezza concreta delle forme vegetali (mele, melograni, peperoni, fagiolini e cocomeri), perfette ma degradabili, per creare nuove geometrie, altrettanto belle e perfette, ma nelle sue opere astratte ed eterne. Godiamoci queste foto!

Commenti
2 Commenti a “Come trasformare un ortaggio in un’opera d’arte”
  1. Matteo ha detto:

    Buongiorno.
    Vorrei fare una sorpresa a mia suocera. Lei è appassionatissima del suo orticello e mi ha mostrato con orgoglio i suoi bellissimi pomodori, se vi inviassi la foto potreste pubblicarle?
    Vi ringrazio anticipatamente e complimenti per lo splendido sito!
    (Matteo)

Lascia un commento