Sovescio, quali piante utilizzare nell’orto

Se avete dei dubbi su quali piante adottare per il sovescio eccovi un piccolo elenco utile delle più indicate, ma sappiate che quasi tutte appartengono a tre famiglie ben conosciute nell’orto: le leguminose, le crucifere e le graminacee.

Le leguminose arricchiscono il terreno di azoto, il più strategico tra gli elementi nutritivi del nostro orto, e si adattano ai più diversi tipi di clima e di terreno. Tra le più importanti leguminose da sovescio ricordiamo: il favino (Vicia faba minor), il trifoglio incarnato, la veccia (Vicia villosa) che resiste anche a -12°, il pisello da foraggio (Pisum arvense o Pisum sativum), la lupinella, il lupino, la soia, il meliloto, più alcuni ortaggi come la lenticchia, il pisello, il fagiolo e la fava.

Le crucifere sono da preferire quando abbiamo fretta e dobbiamo produrre una considerevole massa verde in breve tempo. Adatte a questo scopo sono la colza (molto resistente al freddo), il ravizzone e la senape (che ha un ciclo breve ma teme le basse temperature).

Le graminacee si utilizzano solitamente associate alle leguminose, perché il connubio è vantaggioso per entrambe: le prime proteggono le seconde dal freddo e le seconde sopportano meglio la carenza di acqua. Tra gli abbinamenti più frequenti troviamo quello tra avena e pisello da foraggio o quello tra avena e veccia.

– Altre piante utilizzate, anche se non appartenenti alle tre famiglie menzionate, sono: il grano saraceno (Polygonum fagopyrum) che cresce velocemente (quasi un metro in 40 giorni), produce molta vegetazione e con le sue foglie impedisce alle infestanti di crescere; la facelia (Phacelia tanacetifolia nella foto) anche questa a ciclo breve  (7-9 settimane) e i suoi bellissimi fiori blù- viola richiamano le api con il loro nettare. E non vi nego che è tra le mie preferite.

Coraggio, adesso sta a voi pianificare il momento migliore per praticare il sovescio in base all’orto che avete in mente e che desiderate.

foto di snake.eyes da flickr

Commenti
6 Commenti a “Sovescio, quali piante utilizzare nell’orto”
  1. teresa ha detto:

    Sono un’apicoltrice cosa mi consigli per il sovescio sfruttando anche il fiore per farne le api un buon miele? grazie!

    • nara marrucci ha detto:

      Ciao Teresa, ti ho appena risposto, perché ho ricevuto una tua mail nelle ‘domande da dare e da ricevere’. Controlla lì che sicuramente troverai la risposta. Mi auguro di esserti stata di aiuto. Grazie

  2. donato ha detto:

    Come si fa a sapere quali sono le piante da sovescio migliori per il nostro orto? come faccio a sapere se c’e’ bisogno di azoto o di altro? devo guardare al ph del terreno?
    o in realta’ quelle citate sono analoghe come “resa” di sovescio e le differenze principali riguardano solo le caratteristiche delle varie piante (semina, resistenza freddo, crescita, ecc) ?

    grazie mille Donato

  3. Sara Ilkova ha detto:

    Buongiorno.
    Potete rispondermi a questa domanda:
    Ho seminato senape bianca da sovescio.
    Le piante cominciano a presentare i fiori gialli nonostante sono passate solo 40 giorni. Altezza da 60 cm a 1 metro. E qui arriva la mia domanda. Da fioritura alla formazione dei semi quanto tempo passa???
    Questa domanda perché ho paura di tagliarle prima del dovuto ,ma ne anche troppo tardi rischiando di perdere i semi nuovamente nel terreno.
    Grazie.
    (Sara)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Sara,
      bene che le piante siano fiorite così in tempo inaspettato per te, probabilmente per le condizioni climatiche favorevoli che, se continuano a perdurare porteranno in tempo breve – 10-20 giorni – alla fruttificazione delle piante, stai bene attenta quindi a quando tagliare.
      Salute e buon orto.

Lascia un commento