Pidocchi sulle aromatiche: che fare?

Ciao Nara,

finalmente qualcuno a cui chiedere consigli sulle mie erbe aromatiche. Ho un balconcino in città, sul quale tengo basilico, salvia, rosmarino. Questa estate tutte le piante si sono riempite di piccoli insettini. Muovendo le loro foglie gli insettini prendevano a volare e poi vi si riposavano sopra. Erano minuscoli, ovali e neri. Le piantine hanno cominciato a soffrire terribilmente. Ho usato un pesticida chimico per salvarle e si sono riprese, ma adesso non le posso più usare per cucinare. La domanda è: come posso prepararmi affinchè questo non accada di nuovo la prossima estate? Devo cambiare la terra in tutti i vasi e buttarla via? Grazie mille

(Elena Riva)

Pidocchi, afidi, comunque li chiami sono un flagello per le nostre piante. Debellarli non è semplice, soprattutto su un balcone di città, dove le condizioni climatiche sono quasi sempre estreme e anche l’inquinamento gioca a nostro sfavore. Gli ‘invasori’ si annidano in colonie numerose sugli apici delle nostre piante e non vogliono più andarsene. Forniti di un apparato boccale pungente-succhiatore, prelevano linfa dai tessuti vegetali e in tal modo trasmettono le malattie.

Il mio consiglio per il futuro è questo: se gli afidi sono ancora pochi puoi toglierli manualmente usando dei guanti di lattice e lavando la parte con del sapone di Marsiglia diluito in acqua, che esercita una leggera azione insetticida. Altro ottimo repellente contro i pidocchi è il macerato di ortica, da usare anche come rimedio preventivo. Nel caso però la situazione sia ormai degenerata e i nemici siano diventati padroni del campo occorre usare le maniere forti, ovvero un prodotto a base di piretro naturale (lo trovi nei vivai o nei consorzi agrari). Questa sostanza è consentita in agricoltura biologica, ma colpisce anche gli insetti utili, quindi va usata con parsimonia e quando è veramente necessario. Attenzione a non confondersi con i piretroidi, sostanze simili al piretro, ma sintetiche, più efficaci solo perché più persistenti.

Per quanto riguarda la sostituzione delle piante, direi che per il basilico il problema non si pone, in quanto andrà ripiantato la prossima stagione, mentre per la salvia e il rosmarino, se sono piante grandi e belle, fondamentali per il tuo balcone, farei una bella potatura e lascerei passare del tempo prima di usarle di nuovo, altrimenti sostituiscile che intanto non costano molto e crescono in fretta. Spero di essere stata utile e ricorda: guarda spesso le tue piante per capire in tempo se qualcosa non va. Questa è la migliore prevenzione!

Commenti
4 Commenti a “Pidocchi sulle aromatiche: che fare?”
  1. Michele ha detto:

    Grazie! Da tempo cercavo una soluzione per questo problema!

  2. alberto ha detto:

    Salve,
    se invece la piantina colpita dagli afidi la immergo totalmente sott’acqua nella vasca da bagno, con anche il vaso, lasciandola un giorno intero sott’acqua, elimino tutti gli afidi o altri insetti senza danneggiare la pianta?
    Grazie.
    (Alberto)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Alberto,
      la pratica che proponi potrebbe anche funzionare, cioè gli afidi si staccheranno dalla tua pianta, ma l’albicocco potrebbe risentirne di stare un giorno immerso nell’acqua. Per contenere il numero degli afidi ti suggerisco di leggere l’articolo che trovi nel link.
      Salute e buon orto!

Lascia un commento