La bietola, facile, rustica e bella ovunque

Se non l’avete mai presa in considerazione è arrivato il momento di farlo. La bietola (Beta vulgaris) è facile, rustica e bella.

La bietola ha veramente molte qualità: si coltiva bene sia in vaso che in giardino, le sue foglie sono sempre dolci anche durante l’estate, non monta subito a seme, continua a produrre foglie fino alle prime gelate e lo straordinario colore delle sue coste, la rendono particolarmente adatta ad abbellire il balcone o il giardino’.

Tollera una vasta gamma di condizioni climatiche (anche il vento e le intemperie) e suoli, ma vuole annaffiature regolari e un terreno libero da erbe infestanti.

Semina – Si può seminare in semenzaio a febbraio/marzo o direttamente a dimora all’aperto in primavera o in estate. La distanza da mantenere tra le piante è di 25 cm, mentre tra fila e fila dovremo lasciare 40 cm. La profondità di semina è 3 cm. Le bietole si possono anche coltivare al chiuso come ortaggi invernali: se avete una veranda potete sperimentarla anche in questo periodo. Fra semina e raccolta passeranno circa 50/60 giorni.

Rotazione e consociazione – La bietola si può considerare una coltura di rinnovo, cioè quella che apre il ciclo della rotazione. La concimazione organica ideale per questo tipo di coltura, prevede 3 q di letame per 100 mq d’orto interrato a 30 cm circa. La bietola ama la compagnia di cavoli, lattughe, cipolle e carote.

Raccolta – Quando le foglie saranno abbastanza sviluppate, inizieremo raccogliendo prima le foglie esterne. Poi, con il tempo, se le piante ci sembreranno un po’ stanche, per rinvigorirle potremo recidere tutte le foglie e aspettare che crescano di nuovo. Sappiate  che le bietole producono per un lungo periodo di tempo.

Bietole colorate – il colore della costa è evidente anche quando la foglia è molto giovane, quindi le varietà colorate si possono tagliare senza problemi come se fossero erbette da taglio. Tra le varietà colorate molto bella è la ‘Bright Lights’, che produce coste che virano al rosso, al rosa, al giallo e all’arancio. Oppure la ‘Rhubarb Chard’, dalle coste rosse.

La bietola è un ortaggio dalle mille risorse da inserire assolutamente in un angolo dell’orto, del giardino o del balcone.

Commenti
2 Commenti a “La bietola, facile, rustica e bella ovunque”
  1. harumi scrive:

    Ciao, tuo sito e’ molto interessante e bello! desidero visitare piu spesso!

    Stavo facendo una ricerca per le bietole colorate, ecco perché ho trovato il tuo sito.
    Ma la produzione di questa pianta non è molto diffusa qui intorno (vivo a Venezia).
    mi sapresti dire per cortesia, quale zona di Italia trovo maggior coltivazione.
    Grazie!

    • nara marrucci nara marrucci scrive:

      Ciao Harumi, la bietola è consumata un po’ ovunque in Italia. In Toscana, per esempio, è base o ingrediente di molte ricette. Tuttavia quella colorata non è ancora molto diffusa, pur essendo bella da vedere e buona da mangiare. Ecco comunque un sito dove puoi acquistare dei semi on-line bietola arcobaleno. Un saluto e se continuerai a seguirci farò presto un articolo su dove trovare i semi più rari!!

Lascia un commento