Roberta, tecnologa per lavoro e orticoltrice per passione . La mia domanda è questa: alcuni amici orticoltori da generazioni dicono che per dar più forza alla pianta, i primi zucchini prodotti debbono essere “sacrificati” (tolti subito dalla pianta). Si tratta di una credenza o di una buona pratica?

(Roberta)

Risposta

Su questa annosa questione ho intervistato due vecchi contadini e un nuovo orticoltore. I primi affermano che occorre staccare subito i primi zucchini nati, per dare più forza alla pianta, per evitare l’ingiallimento delle foglie e per avere frutti più grossi e numerosi. Il secondo sostiene che se il terreno è stato adeguatamente preparato, questo accorgimento è del tutto inutile. Tuttavia perché il terreno sia pronto ad accogliere la semina delle zucchine è indispensabile seguire alcune regole:

– arricchire il terreno con sostanza organica,

– non ripiantare le zucchine nello stesso terreno prima di tre, quattro anni

– nelle stagioni precedenti alla semina coltivare in quella particella delle leguminose, che hanno proprietà fertlizzanti.

Per quanto mi riguarda mi comporto così: se le prime zucchine che nascono sono giallognole e striminzite le tolgo e aspetto quelle che verranno, ma se sono belle, verdi e appetitose le lascio arrivare fino alla grandezza desiderata (in verità le preferisco piccole) e poi a tavola!

1 commento
  1. roberta
    roberta dice:

    Grazie Nara!!!
    Sì alla fine il buon senso domina .. ciascuno ha la sua esperienza anche in base al terreno al luogo .. e allo “sperimentare” e la risposta mi sembra del tutto RAGIONEVOLE! Soprattutto la tua indicazione finale.. che fa da ottimo discriminante!
    Grazie!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2021 Bonduelle InOrto