I semi-veri dell’aglio si possono utilizzare per ottenere precisamente la pianta di partenza?

Ciao,
sono una donna di 64 anni, abito a Roma, sono impiegata dello Stato.
Amo la vita all’aria aperta.
Sono molto appassionata di giardinaggio e di orticultura, passioni alle quali posso dedicare, purtroppo, pochissimo tempo. Sono autodidatta e per questo spesso faccio degli errori clamorosi.
Ho scoperto il vostro sito che mi sembra molto interessante!
Avrei una domanda da porvi: Mi hanno regalato dei semi di un aglio molto pregiato. Si posso seminare per ottenere delle piantine di quello stesso aglio?
Vi ringrazio anticipatamente.
(Paola – Roma)

Ciao Paola,
benvenuta a In-Orto e grazie per i complimenti che ci rivolgi!
Se tu parli di semi veri e propri – cioè quelli prodotti dall’infiorescenza della pianta, in seguito a uno vero e proprio rimescolamento genetico per impollinazione – allora utilizzando quel materiale di propagazione non è automatico che tu riottenga proprio lo stesso aglio di partenza – anche se è molto probabile. Se invece i “semi” che tu citi sono in realtà i bulbi, allora essendo una propagazione di tipo vegetativo, anzichè sessuale, otterrai proprio lo stesso tipo di aglio.
Semina tranquilla, senza paura degli errori clamorosi!
Salute e buon orto.

Lascia un commento