Come coltivare e raccogliere la consolida per fertilizzare l’orto

La consolida è una pianta amica dell’orto e del giardino. In un precedente post abbiamo visto che la consolida può essere utilizzata con successo per fertilizzare il terreno, sia sotto forma solida, come pacciamatura, sia sotto forma liquida, come macerato.

Ma come procurarci una pianta di consolida? Possiamo raccoglierla o coltivarla. Da noi è possibile trovare allo stato spontaneo la Consolida maggiore (Symphytum officinale), ma non la Consolida ‘comfrey’ (Simphytum x uplandicum), ovvero un ibrido ottenuto in Russia che sembra avere maggiori proprietà fertilizzanti e per questo largamente diffusa e utilizzata a questo scopo sia in Inghilterra che in Germania.

Le piante della Consolida comfrey possono essere acquistate in vivaio (non in tutti ma con qualche di ricerca non sarà difficile procurarsela) oppure trovando qualcuno che già la coltiva e farsi regalare dei pezzi di radice, perché interrandoli otterremo facilmente nuove piante.

Quanto e come trapiantare la consolida – Sicuramente la primavera è il periodo migliore per trapiantare le talee di radice, ma potremo provare anche all’inizio dell’autunno (settembre-ottobre). Se le nostre talee sono provviste di piccoli germogli, interriamole appena sotto la superficie del terreno, se invece disponiamo soltanto di frammenti privi di germogli, posizioniamo la talea in un vaso a 5 cm di profondità, annaffiamola e curiamola fino a quando non vedremo spuntare la giovane pianta e potremo trapiantarla in piena terra.

Le piante vanno distanziate di almeno 60-90 cm l’una dall’altra perché la consolida, dalle grandi foglie, tende ad allargarsi i velocemente (circa 1 metro) e le sue radici a scendere in profondità.

Dove e come coltivare la consolida – La consolida ama i terreni profondi e umidi, i climi mediterranei asciutti e siccitosi non le si addicono molto, tuttavia può sopportare sia le basse temperature (-25°-30°) sia le alte (+30°-35°). Posizioniamola in un posto luminoso e parzialmente ombreggiato, sotto un albero da frutto o vicino ad una siepe. Si troverà benissimo vicino al cumulo del compost o vicino ai bidoni per la raccolta dell’acqua.

Un po’ di concime organico nella buca d’impianto l’aiuterà a partire con vigore. Ma attenzione, perché in seguito il vigore potrebbe diventare eccessivo: la consolida può diventare invasiva e successivamente potrebbe essere addirittura difficile liberarsene in modo definitivo. Manteniamo il terreno alla sua base sempre umido, pacciamando il più possibile (anche con del compost) e annaffiando quando sarà necessario.

Per il resto è una pianta di pochissime pretese, ma se volessimo aumentarne la produzione fogliare è consigliabile eliminare i fiori che spuntano nel corso del primo anno.

Quando raccogliere la consolida – In genere le foglie si raccolgono ad aprile, recidendole con delle forbici a pochi centimetri dal suolo. Dopo un mese circa potrebbe essere possibile effettuare una seconda raccolta, ma solo se la pianta avrà nuovamente raggiunto almeno 60-70 cm di altezza. Quando la pianta avrà qualche anno in più  il numero dei tagli potrebbe anche raddoppiare!!! In ogni caso non raccogliete oltre il mese di settembre.

E se volete sapere tutto ma proprio tutto sulla coltivazione e l’utilizzo della consolida consultate questo link.

Commenti
4 Commenti a “Come coltivare e raccogliere la consolida per fertilizzare l’orto”
  1. andrea acampora ha detto:

    Cerco radici di comfrey… Per contattarmi: furore5@libero.it

Lascia un commento