In che periodi dell’anno si cura – previene la “Gommosi” sul ciliegio?

Salve,
nel 2011 ho piantato nel mio terreno – all’interno di una città metropolitana – un piccolo albero di ciliegio, ultimamente però ho riscontrato della gommosi sul tronco e la caduta delle foglie, oltre ai buchi su quelle sane e verdi.
Visto che ci troviamo nella seconda metà d’agosto, mi chiedevo, innanzitutto, se fosse possibile lo stesso rimuovere la “gomma” ed effettuare il trattamento a base di ossicloruro di rame (o il solfato di rame) oppure attendere la stagione autunnale quando l’albero è completamente spoglio.
In attesa di un vostro consiglio, vi ringrazio.
Cordiali Saluti
(Rosario)

Ciao Rosario,
la “Gommosi” è una patologia fungina originata dal microrganismo chiamato – Coryneum beijerinckii – e che preferibilmente attacca soggetti già di per se in stato di sofferenza, malnutriti, stress, idrici, cure colturali in genere che aiutano la crescita della pianta specielmente nei suoi primi anni di crescita.
Riguardo alla cura/prevenzione del patogeno fungino è sempre bene attivarsi con i trattamentoi a base di rame – poltiglia bordolese – da effettuarsi sia alla caduta delle foglie – autunno – sia alla ripresa vegetativa della pianta, fine invernoe e primavera, momenti nei quali risulta anche più attivo il fungo.
Salute e buon orto.

Lascia un commento