Quali sono i frutti di bosco che posso più facilmente coltivare in Salento?

Mi presento: mi chiamo Matteo Strafella, ho 20 anni, risiedo a Monteroni di Lecce, diplomato nel Liceo scientifico Don Tonino Bello di Copertino (LE). Fin da bambino ho avuto la passione della campagna e del lavoro ad essa relativo e da un po’ di tempo, dopo una serie d’esperienze in questo campo, ho concentrato il mio interesse sulla coltivazione di piccoli frutti di bosco quali lampone, more, mirtillo, ribes.
Con il dovuto rispetto le chiedo lei cosa ne pensa di questo tipo di coltivazione? Alcuni di essi, soprattutto il lampone, considerando il clima, crescono in un ambiente ideale o rischierebbero di soffrire? Soprattutto le vorrei chiedere se dietro c’è un buon mercato e se sono facilmente vendibili. La ringrazio per l’attenzione e spero in una sua risposta che mi dia le giuste motivazioni per andare avanti in questo mio desiderio.

Distinti saluti 

Ciao Matteo,
grazie innanzitutto del racconto che fai di te e della tua cortesia sincera che hai nel farlo. Sapere che ci sono giovani come te che hanno passione per la terra e la natura in genere ci fa sperare bene nel futuro.
Le coltivazioni di frutti di bosco come dici tu – svolte a livello professionale, in aziende vere che immettono il loro prodotto sul mercato – si concentrano prevalentemente nel centro – nord Italia per motivi principalmente climatici, edàfici – natura del terreno cioè – e tardizionali di conseguenza. Volendo sperare in risultati soddisfacenti, i frutti, che a mio avviso possono crescere con più successo anche in Salento potrebbero essere: more di rovo, fragole e uva spina; questo il mio pensiero. Noi di In-Orto però ti motiviamo ad andare sempre avanti nel tuo bel progetto di voler coltivare la terra, sia con piccoli che grandi frutti!
Salute e buon orto.

Commenti
2 Commenti a “Quali sono i frutti di bosco che posso più facilmente coltivare in Salento?”
  1. pasquale ha detto:

    Salve,
    ho letto l’articolo e già ci trovo una bella atmosfera!
    Ho un giardino e un po’ di terra da coltivare, qualche pianta cè già. Vi seguirò voglio fare un po’l’agricoltore e trovare un piccolo sbocco nel produrre e vendere cose sfiziose e autoctone. Sono graditi suggerimenti.
    Un saluto dal sud dalla Puglia .
    (Pasquale – Puglia)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Pasquale,
      grazie per i tuoi complimenti, ci indicano che siamo sulla strada giusta!
      Seguici che noi ti daremo tutti i consigli e suggerimenti di cui hai bisogno…
      Salute e buon orto.

Lascia un commento