Un libro per scoprire (e non fare scomparire) i frutti antichi

Renetta Grigia di Torriana, Diacciata, Limoncella, Calvilla Bianca, Rosa in Pietra, Muso di Bue…Sembra una filastrocca, invece sono solo alcune delle moltissime di varietà di mela che non conosciamo o abbiamo sentito soltanto nominare, ma che difficilmente avremo modo di assaggiare. Il motivo è che “purtroppo negli ultimi decenni…della nostra straordinaria coltivazione di mele è rimasto ben poco, se si pensa che il 77% dell’attuale produzione in Italia è basata soltanto su tre gruppi di varietà”.

Un patrimonio disperso. Con gli anni abbiamo assistito ad un appiattimento culturale e colturale e all’omologazione degli usi, dei costumi e dei sapori. Qualcuno, tuttavia, si è impegnato affinché, almeno nell’universo degli alberi da frutto, tutto non andasse perduto.

“Isabella Dalla Ragione, e il padre Livio fino al 2007, ne hanno fatto una scelta di vita: custodire la biodiversità, cioè salvare dall’estinzione antiche varietà locali di piante, i cosiddetti frutti antichi, tramandati per conoscenza e utilizzo popolari e pazientemente recuperati con un lavoro di oltre 25 anni”. Nella loro fattoria di di San Lorenzo di Lerchi, vicino a Città di Castello (PG), sede dell’Associazione Archeologia Arborea, ci sono oltre 400 piante produttive.

Frutto (è proprio il caso di dire) di questa esperienza è il libro “Frutti ritrovati – 100 varietà antiche e rare da scoprire”. Isabella Dalla Ragione, non solo cataloga scientificamente, ma ci racconta leggende, storie, proprietà e modi di utilizzo di ciascuna varietà. Ci descrive ogni frutto con una meticolosità e una veracità tale, che mentre leggiamo ci sembra di avvertirne il profumo e il sapore. Un libro per scoprire che, attraverso la lente della passione, ogni frutto può contenere una storia.

Commenti
4 Commenti a “Un libro per scoprire (e non fare scomparire) i frutti antichi”
  1. Maria Grazia ha detto:

    Quante pagine sono? Quanto costa? dove lo si può trovare?

    • nara marrucci ha detto:

      Ciao Mariagrazia, il libro ha 167 pagine, costa 26 euro, è edito da Mondadori Arte, fa parte della collana ‘I libri di Villegiardini’ e penso proprio che potrai trovarlo o comunque ordinarlo in qualsiasi libreria. Un saluto e buona lettura

  2. emanuela ha detto:

    La conservazione dei frutti antichi è molto importante. Nell’azienda agricola Colleincanto ne coltiviamo 5 varietà antiche (florina, buras, miriam, pilotas..). Ancora in questi giorni le stiamo mangiando nonostante non siano conservate in atmosfera modificata e nonostante noi non usiamo trattamenti di nessun tipo! sono straordinarie !!!

    • nara marrucci ha detto:

      Fantastico! E pensare che stiamo sempre attaccati alle solite tre varietà sempre più insipide! Grazie Emanuela

Lascia un commento