foto 6Parliamo ancora di aglio!? Ma non abbiamo già detto tutto a proposito di questo fantastico bulbo? Non proprio: non abbiamo mai parlato delle varie tipologie. E se vogliamo diventare dei veri esperti di ‘aglio’ dobbiamo sapere la differenza tra aglio bianco, aglio rosa e aglio rosso!

L’aglio bianco è quello più comune e maggiormente coltivato in Italia, lo si può infatti trovare un po’ ovunque. Sono bulbi dal sapore deciso che possono essere seminati sia in autunno che a gennaio-febbraio, quando il terreno lo permetterà. Ma anche all’interno della ‘categoria’ aglio bianco, esistono diverse varietà.

[Per saperne di più]

lavoriGennaio e febbraio sono i cosiddetti mesi ‘morti’ nell’orto, ma in verità non più di tanto: l’orto è sempre vivo anche quando sembra dormire! Soprattutto se abitiamo al Sud d’Italia dove le semine sono anticipate. Ma anche al Nord si può iniziare a preparare il terreno per accogliere i primi ortaggi ed evitare di farci cogliere impreparati una volta che il tempo si stabilizzerà e inizierà la ripresa vegetativa.

Proviamo allora a fare un piccolo elenco dei lavori da eseguire a breve.

[Per saperne di più]

MandoIl mandorlo (Prunus dulcis) è il primo albero a fiorire nel frutteto per annunciare la nuova vita dopo l’inverno. La sua fioritura, così precoce e delicata, trae in inganno e nasconde la vera forza di questa pianta longeva e di poche pretese.

Le sue radici robuste e numerose riescono a vivere e a prosperare in terreni difficili e poco graditi a molti altri frutti. Succede infatti spesso di vedere mandorli solitari nelle campagne su dirupi sassosi e sabbiosi, magari al fianco di qualche vite. Stanno lì per anni e anni, senza chiedere niente, perché il mandorlo resiste bene alla siccità e se il clima è favorevole vive davvero a lungo!

[Per saperne di più]

agliColtivare l’aglio (Allium sativum famiglia Liliacee) è veramente semplice e dà grandi soddisfazioni! Procuriamoci dunque qualche bulbillo e passiamo all’opera. Non è certo la prima volta che parliamo dell’aglio su InOrto, abbiamo visto come è possibile usarlo per fare del macerato contro i parassiti dell’orto e abbiamo visto come seminare l’aglio in vaso, ma quando arriviamo a gennaio è quasi impossibile non ritornare sull’argomento, essendo l’aglio uno dei primi ortaggi da seminare. Guardiamo quindi come piantarlo direttamente a dimora nelle aiuole del nostro orto.

[Per saperne di più]

TaglioPrepariamo le cesoie perché con l’arrivo di febbraio si potranno iniziare a fare delle potature nel giardino e nel frutteto. Le rose per prime, ma anche molto altri alberi e arbusti, se le temperature lo consentono!

Prima di procedere con i tagli, disinfettiamo bene cesoie e seghetti per evitare di trasmettere malattie da una pianta all’altra. Come fare? Niente di più semplice: aggiungiamo un tappo di candeggina in mezzo litro di acqua e poi con una spugnetta puliamo tutte le lame, dopodiché penseremo ad affilarle, perché i tagli che andremo ad eseguire dovranno essere netti e precisi.

[Per saperne di più]