DOMANDA

Cosa coltivare su un terreno in Sardegna abitando a distanza?

Buonasera,
Ho un terreno di 2,5 ettari in Sardegna, esposto al sole e servito da strada e acqua.

Il terreno è bello, e fino a pochi anni fa era parzialmente coltivato a vigneto e frutteto, è presente anche un fabbricato rurale.

Il mio problema è che abito al Nord d’Italia, e potrei recarmi lì non più di tre volte all’anno.
Vorrei sapere se, nelle mie condizioni, sia possibile coltivare questo terreno, per poi spedirne i prodotti presso la mia residenza al Nord, e lì venderli.

Avrei pensato ai legumi, che richiedono poche ore di lavoro, soprattutto all’impianto e alla raccolta (che potrei fare io stesso); oppure alla coltivazione dell’ulivo, diffusamente praticata in quella zona (potrei recarmi là per la potatura e la raccolta, aiutato da operai agricoli).
Specifico inoltre che forse potrei trovare qualcuno del posto che dia un’occhiata al terreno (ad esempio, per irrigazioni di soccorso, nel caso dell’uliveto, visto che la zona d’estate è siccitosa), ma difficilmente potrei trovare qualcuno che possa stabilmente impegnarsi nella coltivazione di esso.Aggiungo, se può essere utile, che sto valutando di aprire una piccola azienda agricola presso la mia residenza al Nord, in zona montuosa, volta alla produzione di piccoli frutti e miele, e che quindi potrei vendere in quel contesto gli eventuali prodotti del mio terreno in Sardegna.
Ringraziando per la disponibilità, porgo cordiali saluti e auguri di buon anno.

(Nicola)

Risposta

Ciao Nicola,

che situazione golosa il tuo terreno irriguo e annesso agricolo, sarebbe quasi da trasferirsi in Sardegna subito!

Ecco alcune ipotetiche soluzioni: Affittare il terreno ad un coltivatore diretto che potrebbe mantenerti viva un’attività agricola, attraverso la quale produrre anche per te alcune specialità sarde ad esempio: Carciofi e olio d’oliva.

Altrimenti potresti occuparti direttamente te a distanza delle coltivazioni scegliendo però colture agrarie annuali, mi viene in mente: cereali o legumi per la produzione di granella o farine.

In questo modo potresti essere presente alla semina e alla raccolta. Ci fai sapere come si evolve la tua attività?

Salute e buon orto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2021 Bonduelle InOrto