DOMANDA

Come utilizzare il cippato di Diospero per pacciamatura?

Ciao,

quest’anno ho fatto la pacciamatura con cippato e foglie di kaki – ottimo risultato ma vorrei porvi delle domande:

In una porzione di terreno, volevo interrarlo mentre in un altra lasciarlo o aggiungerne di nuovo al bisogno e trapiantare direttamente in primavera.
In generale è meglio interrarlo fresandolo o se possibile lasciarlo? Ad esempio per colture da trapianto (pomodori, peperoni ecc lo lascerei mentre per le semine, patate o come ho già fatto per le fave lo freserei.. andrebbe bene?
In una porzione col cippato, andrei a trapiantare i pomodori anche se, in quella zona ho coltivato pomodori pure quest’anno. Sarebbe troppo rischioso per eventuali malattie o si può fare?
Inoltre mi è avanzato un mucchietto di cippato della primavera scorsa, lo potrei usare per pacciamare anche i lamponi ora?
E, ultima domanda, quest’anno la pianta di kaki si è ammalata (le foglie erano tutte punteggiate e seccavano) tant’è che non ha fatto praticamente nemmeno un frutto o comunque son caduti tutti, si possono comunque utilizzare le foglie per pacciamare o concimare oppure meglio evitare?
Grazie mille. Saluti.

(Luca)

Risposta

Ciao Luca,

hai ragione, le foglie della pianta del kaki sono ottime per pacciamare, considerato la loro consistenza, dimensioni e facilità nel decomporsi.

Riguardo a quanto ci chiedi ti suggeriamo di stendere il cippato fresco su ogni porzione di terreno che tu intendi mettere a riposo per l’inverno.

Quando poi arriverai al momento di eseguire i trapianti, o le semine, allora potresti pensare di fresare le aiuole, inglobando nel terreno tutto quello che rimane della “coperta vegetale”. Fatto ciò potresti anche spargere del nuovo cippato, se ne hai ancora, per proteggere i neo trapianti che avrai messo a dimora,  a fine inverno e inizio primavera.

Nello specifico, per il trapianto dei pomodori, meglio sempre fare una rotazione mettendo nelle aiuole piante differenti, per esempio: Piselli, fagioli o comunque altre specie che non siano solanacee.

In ultimo se il cippato deriva da materiale attaccato da patogeni tipo funghi ecc meglio evitare la distribuzione fresca al terreno, magari potresti pensare prima inserire tutto il materiale nel compostaggio, per utilizzarne poi il terriccio.

Salute e buon orto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2021 Bonduelle InOrto