A cosa servono i fiori della pianta di patate?

Salve, sono un pensionato appassionato di orto.
Desidererei capire in che modo contribuiscono alle patate i fiori della stessa pianta. Quando fioriscono cosa succede alla pianta? Ringrazio e alla prossima.
(Luigi Paris)

Ciao Luigi,
i fiori della pianta di patate – vedi l’articolo nel link – contribuiscono alla riproduzione di tipo sessuale della pianta, producendo poi i semi a seguire. Anche se noi utilizziamo il “tubero seme” per riprodurla nell’orto. Alla pianta stessa non accade niente di particolare eccetto il fatto che rallenterà la sua crescita vegetativa in corrispondenza delle cime fiorite.
Salute e buon orto!

Commenti
10 Commenti a “A cosa servono i fiori della pianta di patate?”
  1. alessia ha detto:

    Buon pomeriggio,
    come mai le piante di patate hanno perso i fiori?
    Grazie.
    (Alessia)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Alessia,
      la cascola dei fiori delle patate può essere causata da fattori patologici, insetti o fisiologici; in ogni caso non ti preoccupare perchè il fenomeno è irrilevante ai fini della produzione del tubero sotto terra!
      Salute e buon orto.

  2. Luciana foti ha detto:

    Salve,
    ho piantato le patate ai primi di aprile, sono già alte 55cm, e ora vedo che stanno facendo piccoli fiorellini, quando li devo raccogliere le patate?
    Questa e la prima volta che le pianto, grazie!
    (Luciana)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Luciana,
      hai visto che soddisfazione la coltivazione delle patate? Vedrai alla raccolta quando scaverai per raccogliere i tuberi giallo or(t)o.
      Per adesso lascierei crescere le piante in pace, solamente rincalzando la terra al piede e così smuovendogli la terra, quando la parte verde sopra terra seccherà perchè matura allora sarà il momento della raccolta, vedrai a fine estate.
      Fai anche i conti dei giorni da quando hai fatto la semina e confronta con il tipo di patate che hai piantato…30, 60 0 90 giorni?
      Salute e buon orto.

  3. Giuseppe ha detto:

    Buongiorno,
    quest’anno ho piantato le patate, ma ho piantato quelli dell’anno scorso che avevano i “gigli”, i germogli cioè!
    Cosa strana, da marzo che li ho messi ancora oggi 30 aprile la pianta non è uscita dal terreno, ma se vado a scavare nella buca le nuove patate ci sono… Cosa è successo. Avrò un buon raccolto?
    Grazie mille buona, giornata!
    (Giuseppe)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Giuseppe,
      nessun problema quando si utilizzano le patate già germogliate, anzi!
      Giuseppe, scusa se inizio facendoti delle domande ma ci aiutano a trovare insieme le risposte.
      1, A che profondità hai seminato i tuberi? Se li hai messi troppo profondi ci vuole più tempo prima che il germoglio verde ragggiunga la superficie.
      2, a che punto del mese di Marzo hai fatto il trapianto, inizio o fine mese? Per capire da quanti giorni precisamente calcolare i tempi.
      3 che tipo di patate hai impiegato, la varietà intendo, per sapere se è di tipo tardivo o primaticcio ecc

      In ogni caso ti suggerisco di pazientare e, prima o poi, vedrai verdeggiare i primi germogli e ti rincuorerai del lavoro fatto, avrai di certo un buon raccolto.
      Non disturbare troppo i tuberi che dormono, ti suggeriamo anche.
      Salute e buon orto.

  4. Ernesto ha detto:

    Salve,
    a proposito di patate, pareri contrastanti…
    Hanno bisogno di parecchie irrigazioni o meglio tenerle al risparmio idrico?
    Grazie.
    (Ernesto)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Ernesto,
      la coltura della patata si avvantaggia in terreni freschi e ben concimati.
      In particolare le sue esigenze idriche sono maggiori nel momento in cui si ha l’ingrossamento del tubero sotto terra, ovvero da quando la pianta verde sopra ha concluso la fase di fioritura.
      Salute e buon orto.

  5. giuseppe ha detto:

    Salve,
    le piante di patate, colpite da grandine, muoiono con relativi tuberi?
    Grazie,
    (Giuseppe)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Giuseppe,
      Le piante di patata, come del resto anche altre piante da orto, colpite da grandine, sono soggette ad ammalarsi di patologie fungine e virali, con maggior probabilità in quanto l’azione della grandine sulle foglie le rompe e quindi crea ferite e stress in generale.
      Se la grandine porta a morte la pianta non è detto che i tuberi sotto siano destinati a marcire, sempre che tu li togli dalla terra per tempo, ammesso però che siano abbastanza pronti per la raccolta.
      Tutto può dipendere anche dall’entità della grandinata, se lieve la pianta riprende anche autonomamente.
      Salute e buon orto.

Lascia un commento