DOMANDA

Dove posso acquistare le coccinelle?

Curo l’orto e l giardino per disintossicarmi dallo stress della citta in cui lavoro (Milano)…..E ho scoperto che per la lotta biologica vendono dei box con all’interno le coccinelle, avendo girato diversi vivai non sono riuscito a trovarne. Potete aiutarmi? Grazie

(Antonio – Milano)

Risposta

Ciao Antonio, a quanto pare non è facile trovare coccinelle in commercio. Fino ad oggi ti confesso che non mi ero interessata all’argomento, perché per fortuna nel mio giardino le coccinelle non mancano, ma capisco che a Milano sono merce rara, tieni dunque presente che una volta ‘importate’ nel tuo orto-giardino, dovrai convincerle a restarci, per questo ti consiglio di leggere il post sulle piante che attirano insetti utili.

Ma veniamo alla risposta. Ho trovato on.line EUGEA (Eugea, Ecologia Urbana Giardini e Ambiente, che nasce nel 2007 come “spin off” dell’Università di Bologna e ha come obiettivo quello di riportare la Natura e la bellezza del suo kosmos in città) che fra le tante cose ‘commercializza coccinelle’, dai un occhiata attenta al loro sito, ho visto che hanno anche molti punti vendita, ma le spediscono anche loro direttamente.  Ti consiglio infine di leggere su questo sito l’esperienza di chi prima di te ha provato un esperimento simile: coccinelle in difesa dell’orto e del giardino.

Ti saluto augurandoti una colonia di coccinelle!

43 commenti
  1. Didier Otte
    Didier Otte dice:

    Mi permetto di consigliare anche il sito http://www.coccicoccinella.it dove la proposta spazia dalle larve di coccinelle e coccinelle adulte Adalia Bipunctata (per la reintroduzione di questa specie europee) per la lotta biologica, ma dove è anche proposto il kit di allevamento e osservazione Coccìlook per sensibilizzare i bambini, e non solo, alla lotta biologica, passando per l’AdaliaHouse (rifugio per coccinelle abbinato con delle larve) e anche altre proposte particolari come l’AdaHappyDay per fare un gesto simbolico per la natura negli eventi…

    Rispondi
  2. mattia
    mattia dice:

    Sono un venditore di prodotti biologici! Gusto e salute sono fondamentali nelle nostre linee di vendita!! Contattatemi per qualsiasi cosa abbiate bisogno e se volete avere informazioni sui nostri prodotti di origine controllata, senza conservanti e senza glutine…questo è il mio contatto mattiaschillaci90@gmail.com cell aziendale 3339752034

    Rispondi
    • nara marrucci
      nara marrucci dice:

      Scusa Mattia, ma disponi anche di coccinelle, visto che hai inserito il tuo commento sotto questo post? Grazie in anticipo per la risposta!

      Rispondi
  3. Marco Dolce
    Marco Dolce dice:

    Salve gente,
    se avete bisogno di coccinelle ve le posso fornire io, in quantità limitate.
    Contattate tramite email per maggiori informazioni.

    Rispondi
  4. Alessandro
    Alessandro dice:

    Salve,

    volevo raccontarvi la mia esperienza con le larve di coccinella, non delle più incoraggianti… ahimè!

    Ho acquistato le larve un paio di settimane fa e le ho ricevute in un periodo di piogge torrenziali, quando è assolutamente sconsigliato di provare a insediarle sugli alberi.
    Ho optato per una specie di allevamento domestico con tanto di foglie colme di afidi per conservarle un paio di giorni in attesa del sole.
    Il fornitore suggeriva di conservarle in frigo a 8/10 °C e  al massimo 2 giorni se impossibilitati ad utilizzarle subito.
    Ma chi è che ha il frigorifero a 10 °C?
    Forse salvi le larve ma butti tutto il resto 🙂 Devo dire che le ho ricevute all’interno di una scatola parecchio calda, con il ghiaccio istantaneo utilizzato per il trasporto abbondantemente esausto… e pensare che ho scoperto sulla fattura che il fornitore è a 5 km da casa mia…

    Fatto sta che dopo 2 giorni non credo che molte fossero vive (per la verità neppure al ricevimento). Ho utilizzato gli appositi sacchettini per insediarle sugli alberi, ma nei giorni seguenti non sono riuscito a vederne neppure una. Risultato netto: ieri, invaso da milioni di afidi, ho utilizzato il veleno…

    Vi suggerisco di accertarvi che sia previsto il sole quando le riceverete… anche se devo dire che non me la sento di suggerire questo rimedio parecchio costoso… riconosco le mie colpe, ma non è così facilmente praticabile.

    Saluti.

    Alessandro

    Rispondi
  5. FERRERO LORENZO
    FERRERO LORENZO dice:

    Salve,
    ho un sito di 4500 mq con 250 piante da frutto e da 6 anni lo lavoro biologicamente; ho però ancora bisogno di animali – insetti antagonisti – che possono aiutarmi per evitare così di dare dei prodotti velenosi, contro insetti dannosi alle mie colture, ho bisogno che mi aiutate a scegliere, ho gia attulmente messo a dimore un 100 piante di violette del pensiero a fiore piccolo, in quanto esercitano un azione antiparassitaria, rilasciando acido metilsalicilico, sostanza reppellente da molti insetti, inoltre ho un bel numero di coccinelle e 2 gabbie per pipistrelli, tutt’ora abitate. Ho fatto negli ultimi 3 anni solo 3 trattamenti ottenendo dei frutti meravigliosi!
    GRAZIE DELLA VOSTRA COMPRENSIONE ATTENDO UNA RISPOSTA.
    (Lorenzo)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Salve Lorenzo,
      immagino tu abbia un bellissimo frutteto, e sembra anche molto sano, da tutti i punti di vista, complimenti!
      Quale problema – patologia o attacco di insetti – in particolare vuoi contenere nel tuo caso? Siamo ben felici di aiutarti in questo!
      Le coccinelle sono delle ottime antagoniste di insetti dannosi alle colture, gli afidi per esempio, fai bene ad allevarle per attuare la lotta integrata.
      Dai Lorenzo, facci sapere quale è il problema preciso, attendiamo una tua risposta.
      A presto allora!

      Rispondi
    • nara marrucci
      nara marrucci dice:

      Ciao Lorenzo, più che ricevere consigli tu li devi dare: stai avendo già ottimi risultati grazie alle tue coccinelle e ai tuoi pipistrelli e adesso anche con l’impianto delle violette! Già condividendo la tua esperienza puoi dare a molti un prezioso aiuto.
      Però a quanto ho capito vorresti trovare altri espedienti, in particolare modo altri animali antagonisti, per riuscire a proteggere ulteriormente il tuo frutteto. Molti lepidotteri si combattono con il bacillus-thuringiensis, che però è un preparato di origine batterica, che puoi trovare in qualsiasi consorzio che abbia rimedi bio, ma ve ne sono di diverse tipologie, per cui devi fare attenzione al momento dell’acquisto. Oppure il ragnetto rosso può essere combattuto con il phytoseiulus-persimilis. Oppure la Dacnusa sibirica contro i minatori fogliari. Di insetti antagonisti ne esistono effettivamente molti, ma prima devi capire se c’è bisogno di utilizzarli. Immetterli in natura in modo preventivo, non mi sembra il caso perché potresti creare un ulteriore scompenso. Se invece si fa avanti una patologia, allora si può cercare di capirne il motivo e combatterla nel miglior modo che la natura ci mette a disposizione. Ciao

      Rispondi
  6. Anarchicca
    Anarchicca dice:

    Salve!!!
    Qualcuno sa se e dove vendono coccinelle, vive, a bologna? grazie mille !!!
    (Anarchicca – Bologna)

    Rispondi
  7. Francesco
    Francesco dice:

    Salve,
    ho due frutteti da circa 25 piante messe a dimora qualche mese fa, su alcune (peri e peschi sopratutto) girano molte formiche! Sono ancora un po’ inesperto e dunque non so se sono presenti afidi! Le coccinelle sono un ottimo rimedio? Vorrei acquistarle e però mantenerle, come potrei fare? Grazie.
    (Francesco)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Ciao Francesco,
      hai un bel frutteto, 25 piante sono un discreto numero!
      Si il traffico di formiche è il segnale della presenza di afidi, che potrai riscontrare sulla pagina inferiore delle foglie; l’efficenza delle coccinelle sul contenimento degli afidi dipende molto dall’entità dell’attacco di quest’ultimi, infatti l’introduzione di animali antagonisti si chiama lotta integrata perchè prevede comunque anche il trattamento biologico contro gli afidi. Per saperne di più sulle coccinelle, acquisto e altro, conuslta pure il sito che trovi nel link.
      Salute e buon frutteto.

      Rispondi
  8. Alessandro
    Alessandro dice:

    Ciao a tutti.  
    Mi permetto di dire la mia, con la mia poca esperienza, in quanto questa è la seconda stagione che coltivo completamente  Bio. Secondo me per utilizzare le coccinelle, dovreste creare loro un abitato ideale e aspettare che sia lei a decidere di abitarci.
    La settimana scorsa ho trovato le uova gialle su una foglia di un albero abbastanza infestato dai pidocchi verdi, e adesso si sono schiuse e ci sono una decina di larve di coccinella che stanno mangiando afidi in continuazione; mi meraviglio a guardarle. Nell’attesa di questo usate il piretro naturale, per gli afidi. Trattamenti a sole calato. Non date schifezze sulle vostre piante da Frutto!
    (Alessandro)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Cia Alessandro,
      grazie per averci raccontato la tua esperienza, utilissima per tutti noi, non definirti inesperto!
      Salute e buon orto.

      Rispondi
  9. Andrea
    Andrea dice:

    ciao a tutti,
    volevo sapere se qualcuno conosce qualche posto a Roma dove vendono coccinelle o larve di coccinelle. Sono due volte in un mese che metto il verderame nei miei pomodori ma gli afidi non hanno intenzione di andarsene!!! Grazie a chiunque mi dia un aiuto e buon orto a tutti.
    (Andrea)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Ciao Andrea,
      per avere una consulenza sull’utilizzo delle coccinelle e anche acquistarle ti suggerisco di contattare questo sito specializzato in coccinelle.
      Riguardo alla lotta a gli afidi ti dico che il Verde rame non ha effetto su di essi, per gli afidi prova ad utilizzare questo prodotto per gli afidi che trovi descritto nell’articolo linkato.
      Salute e buon orto.

      Rispondi
    • nara marrucci
      nara marrucci dice:

      Ciao Andrea, ti invito a leggere tutti i commenti a questo post, perché potrai trovare indicazioni interessanti non solo date da noi, ma da quanti hanno già avuto esperienze con le coccinelle sul campo! Ti consiglio inoltre di guardare anche questo sito, che quanto ad insetti antagonisti sono molto preparati! Saluti

      Rispondi
  10. Alessio
    Alessio dice:

    Buon giorno,

    ho letto i vostri commenti e vorrei chiedere un consiglio. Mi trovo a Palermo dove abbiamo un orto ed un piccolo agrumeto. Non ho idea se ci siano gli afidi ma mio padre e mio figlio scalpitano per comprare le coccinelle. I consigli che vorrei chiedere sono:

    1) conviene prendere larve o coccinelle adulte?

    2) può essere controproducente inserire troppe coccinelle?

    3) le liberiamo direttamente nell’orto?

    Vi ringrazio per i consigli che vorrete darmi.

    (Alessio – Palermo)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Ciao Alessio,
      è simpatica la tua storia, sei circondato da tuo padre e tuo figlio – due generazioni opposte – unite per la lotta biologica intagrata…con l’uso di coccinelle, è una bellissima storia…biologica direi!
      Se l’ambiente è un orto in pieno campo allora la cosa più indicata è liberare direttamente le larve, in quanto gli adulti- più adatti alla lotta nelle serre – possono volare via altrove. Per quanto riguarda i dettagli sul numero preciso di coccinella da liberare e acquisto del materiale ti suggerisco di consultare questo sito specifico per le coccinelle, ch trovi nel link.
      Salute e buon orto!!

      Rispondi
  11. rolando
    rolando dice:

    Salve,
    volevo sapere se la coccinella combatte gli insetti dannosi dell’olivo, compreso la mosca.
    Grazie.
    (Rolando)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Ciao Rolando,
      l’impiego dell’insetto Coccinella – Adalia bipunctata (Vedi il link) – è impiegata sia allo stadio di larva che di adulto nella lotta biologica integrata contro le infestazioni di afidi, dei quali la coccinella si ciba. La mosca dell’olivo – Bactrocera oleae – è invece un dittero contro il quale si effettua una lotta biologica integrata sfruttando l’azione dell’insetto Opius concolor – imenottero parassitoide.
      Salute e buon orto.

      Rispondi
  12. Pietro Vetrano
    Pietro Vetrano dice:

    Salve,
    nei pressi di Milano qualcuno saprebbe indicarmi dove poter aquistare questi fantastici guardiani?
    (Pietro – Lombardia)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Ciao Pietro,
      per l’acquisto di coccinelle e la relativa assistenza a riguardo ti suggerisco di contattare questa ditta specializzata per la lotta integrata – consulta il link.
      Salute e buon orto.

      Rispondi
  13. silvana
    silvana dice:

    Salve,
    ho un piccolo giardino con tanti alberi di arance mandarini e limone che ha piantato la mia nonna.
    Ho sempre avuto dei frutti meravigliosi e non ho mai fatto alcun trattamento agli alberi, se non la normale potatura.

    Nell’ultimo hanno tutto è cambiato, un incubo da cui non riesco ad uscirne, i miei alberi sono martoriati dalla cocciniglia, non so piu che fare ho chiamato giardinieri e contadini, ho provato di tutto.

    Ho letto delle coccinelle, volevo provare (il mio giardiniere è scettico), non voglio far morire i miei alberi e non voglio avvelenarli.
    Dove posso comprarle? Ci sono vari tipi di coccnelle quale devo prendere? larve oppure grandi?

    Grazie.
    (Silvana)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Ciao Silvana,
      È un fatto naturale che in certi anni, piuttosto che altri, per condizioni climatiche favorevoli, condizioni particolari dello sviluppo di alcuni insetti predatori, come le cocciniglie, assalgono letteralmente le nostre piante. Se pensavi alla lotta biologica integrata per contrastare il loro effetto utilizzando le coccinelle però, quest’ultime, sono più indicate per la lotta agli afidi, insetti sempre succhiatori di linfa ma con sistemi di protezioni molto inferiori e quindi più vulnerabili all’atacco di quest’ultime.
      Nel tuo caso invece, se le piante davvero sono infestate come dici, dovresti pensare a dei rimedi tipo trattamenti insetticidi ad uso biologico da dare direttamente sulla chioma infestata dalle cocciniglie, tipo per esempio l’olio di neem. Magari ti fa impressione l’idea ma quando l’infestazione si presenta così forte non ci sono altre alternative.
      Facci sapere come e se risolvi il tuo problema e non disperare sopratutto, che le piante sono molto forti.
      Salute e buon orto.

      Rispondi
  14. Susanna
    Susanna dice:

    Salve,
    sono di Roma e da qualche anno combatto per tenere in salute il mio limone e le mie rose in giardino.
    Solo da poco ho scoperto che sono afflitti da Aleucanthus spiniferus.
    Una maledetta moschina che riempie il sotto delle foglie di piccolissimi scudetti neri con un circoletto bianco, melassa e fumaggine.
    È arrivata in Italia nel 2008 ed è tenacissima. Resiste a tutto o quasi. Per non avvelenare continuamente i miei limoni posso provare con le coccinelle? E dove le posso trovare qui a Roma? In quale stagione si devono mettere sull’albero? Grazie della risposta.
    (Susanna – Roma)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Ciao Susanna,
      ho visto di quale insetto tu parli; è veramente resistente ai trattamenti biologici grazie proprio a quello “scudetto” che lo protegge dal mondo esterno.
      L’idea d’introdurre le coccinelle la ritengo valida dal punto di vista ecologico ma non credo sia prontamente efficace per restaurare la salute della pianta in tempi ragionevoli, potresti provare subito a recuperare la pianta con un trattamento efficace e poi provare a mantenere l’equilibrio applicando la lotta integrata con le coccinelle – clicca qui per consultare un sito specializzato per l’utilizzo delle coccinelle.
      Salute e buon orto.

      Rispondi
  15. Eddi Comini
    Eddi Comini dice:

    Bravi,molto bravi!
    Vi ho cercati e consultati, perché anch’io ,in quel di Verona periferica, ho il problema abbastanza esteso degli afidi: in primis, i roseti, non contenti ( I MALEDETTI ) infestano l’erba Madre o erba amara (con la quale si fanno quei “tortelli” tanto buoni); ancora, “assaltano” i melograni e (ultimo della lista) un povero giovane ciliegio.
    Le coccinelle, ci sono ed anche molte larve ma le giovani “cime “sono tutte accartocciate!
    (Eddi – Verona)

    Rispondi
    • Stefano Pissi
      Stefano Pissi dice:

      Buongiorno Eddi,
      grazie per i complimenti che ci riservi!
      Gli afidi sono insetti che attaccano le nostre piante specialmente in primavera, andando a colonizzare i nuovi getti ancora erbacei.
      Solitamente le piante riescono quasi sempre a sopportare l’infestazione anche se i getti nuovi appaiono esteticamente meno belli una questione stagionale, facendo danni di poco conto alla pianta, che riprende bene il suo cammino di crescita appena gli insetti se ne vanno al primo caldo.
      Le coccinelle riescono a mantenere più basso il loro numero ma certamente non riescono ad eliminare del tutto il problema. Un aficida biologico che suggerisco è un prodotto a base di olio di neem
      Salute e buon orto.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 Bonduelle InOrto