Il giacinto, profumato, colorato e facile da coltivare ovunque lo si metta

Come coltivare il giacinto in piena terra o in vaso

Hyacinthus orientalis in piena terra

Mi piace avere in casa dei fiori. Non solo quelli del mio giardino, ma anche quelli che trovo nei boschi o lungo le strade di campagna quando vado a camminare. Fiori, foglie, frutti, rami… va bene tutto, basta portare dentro le mura di casa un po’ di ciò che c’è fuori. Un colore, un profumo, una stagione. Qualcosa che solletichi i sensi, spesso addormentati e poco utilizzati.

Questa volta ho deciso di portare in casa l’attesa. Ho acquistato tre bulbi di narciso. Tre bulbi, tre euro. Lo sforzo economico è stato minimo. Ma invece di interrarli in giardino come faccio sempre, ho deciso di portarli dentro casa. Immagino che tutti conoscano la bellezza e il profumo di questo fiore, perché in questa stagione vengono venduti un può ovunque, perfino nei supermercati.

Ho subito pensato di metterli in un vasetto, ma poi all’ultimo ho optato per farli fiorire immergendo le loro radici dentro l’acqua. Ho scelto dei contenitori che potessero mantenere la testa del bulbo asciutta, ma il fondo in ammollo, in modo che le radici potessero attingere dall’acqua ciò di cui hanno bisogno per svilupparsi e fiorire. Adesso non mi resta che attendere il fiore che verrà…

 

Come coltivarlo e posizionarlo

Giacinto in vaso con acqua

Giacinto coltivato in acqua

Non esiste giardino senza bulbi. Sono così facili da coltivare e così discreti nella loro presenza, che è impossibile decidere di farne a meno.

Sbocciano con la forza dell’amido, dello zucchero, delle proteine contenute come preziose riserve all’interno del bulbo. Per questo richiedono poche attenzioni e raramente deludono. E dopo la fioritura tolgono il disturbo e vanno riposo. Se lasciati tranquilli, con un minimo di cure, li rivedremo spuntare l’anno successivo carichi di nuova energia.

Il Giacinto o Hyacinthus orientalis, appartiene alla famiglia delle Liliaceae, si pianta in giardino o nell’orto in autunno e fiorisce in primavera. Il freddo invernale agirà come corroborante e gli permetterà di radicare bene e fiorire meglio. Il Giacinto preferisce il sole ma si adatta anche alla mezz’ombra. Il terreno deve essere fertile e un po’ sabbioso.

Che si preferisca il giallo, il blù o il rosa, con il Giacinto non si sbaglia mai, perché fiorisce in tutti questi colori e anche altri, direi in tutte le sfumature che si riscontra sulla tunica del suo bulbo, talvolta rosate, rossiccie o bluastre.

Il giacinto coltivazione e posizione

Giacinto blù

Sia che si trovi in piena terra o in vaso, il giacinto richiede irrigazioni solo in caso di siccità e comunque solo dal momento in cui dal germoglio si intravede il boccio del fiore.

Talvolta l’anno successivo all’acquisto, la fioritura potrebbe essere meno soddisfacente e presentare ‘campanelle’ più rade, questo accadrà non tanto perché lo abbiamo piantato male, ma piuttosto perché spesso in vivaio questi bulbi subiscono delle forzature eccessive.

 

Consiglio

Qualora utilizziate il giacinto per fare delle composizioni floreali, sappiate che dallo stelo dei fiori recisi esce una linfa viscosa che è dannosa per gli altri fiori.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:

La coltivazione del narciso, impianto e posizione nel giardino o nell’orto

Come coltivare e moltiplicare le salvie in giardino o nell’orto

Lascia un commento