E’ possibile coltivare la pianta del Kiwi in India?

Mi chiamo Francesco Gattinoni, abito ad Antegnate in provincia di Bergamo, attualmente sono in pensione, per mantenermi in attività faccio il volontario che trascorre un periodo dell’anno in India in una comunità cristiana.
E’ possibile far crescere il Kiwi per fare una piantagione in India?  In quella zona che frequento il clima e piuttosto caldo (a giugno la temperatura può arrivare a 50 gradi).  Se è possibile coltivarlo, come posso seminare una piantagione? Visto che non posso portare le piantine cosa mi consigliate? Ci sono i semi distinti fra maschi e femmine? E’ possibile portare dei semi?
Grazie
(Francesco – Bergamo)

Salve Francesco,
che bella esperienza quella che svolgi in India, m’immagino solo quante varietà di piante si possono conoscere, vivendo li!
La pianta del kiwi proviene dalla Cina, dove vegeta spontaneamente in climi temperati, cioè con temperature non eccessivamente elevate…..50°C sono tanti.
Facendo una ricerca ho trovato questo articolo sulla coltivazione del kiwi in India, ti invito a leggerlo, descrive infatti le zone dove il kiwi viene coltivato con successo – in diverse zone dell’India – e cita anche tutte le varietà migliori da utilizzare. Importante sapere che, se tu volessi fare un vero impianto di coltivazione, devi procurarti il materiale di propagazione – le piante – direttamente dai vivai di produzione locali, non è possibile cioè trasportare alcun tipo seme o pianta da un continente all’altro; partendo dai semi poi è un percorso troppo lungo e inoltre è difficile distinguere i maschi dalle femmine – impossibile direi. Per questo ti suggerisco di fare delle ricerche in loco, informandoti anche se ci sono nelle vicinanze delle coltivazioni in atto, è la strada migliore: più sicura sostanzialmente.

Salute e buona fortuna!

Lascia un commento