L’orto in campeggio, un lusso per chi apprezza le cose piccole ma buone

Orto ritoccoE’ incredibile come gli orti stiano diventando sempre più un valore aggiunto in termini di qualità della vita. Il poter raccogliere verdure fresche da portare subito in tavola è per tutti un piacere innegabile. Per questo motivo molti luoghi pubblici si muniscono del proprio orto per creare maggiore ‘appeal’ intorno alla propria attività, soprattutto i ristoranti, ma non solo. Per esempio in Maremma, vicino alla spiaggia che in estate frequento con maggiore assiduità, c’è un campeggio con piazzole ben ordinate  e alberate e sul fondo un orto a disposizione di tutti. Si tratta dell’orto di Rita, dell’Agricampeggio Ioniti.

Certo non è l’idea più originale del mondo, la stessa Rita ha deciso di dotare il suo campeggio di un orto, dopo avere visto in Puglia un esempio analogo. Un orto a disposizione di tutti, dove tutti possono raccogliere gratuitamente le verdure e trasformarle in piatti freschi e appetitosi.  “L’orto ha riscosso fin da subito notevole successo e non sono mancati gli appezzamenti entusiasti – racconta Rita – soprattutto da parte dei cittadini che spesso esclamano: finalmente una carota che sa di carota e un pomodoro che sa di pomodoro!”. Campeggio orto

Affinché l’orto funzioni e venga rispettato Rita ha scritto una serie di piccole regole da seguire, che poi ha affisso su un cartello all’entrata dell’orto, invitando gli ospiti a prendere solo il necessario, spiegando come si staccano i fagiolini o come si raccolgono le zucchine e concludendo il suo appello con questa frase: l’uso dell’orto è una meravigliosa occasione per vivere la natura rispettando le sue regole e gli altri. “Ero un po’ scettica sulla riuscita di questa condivisione – spiega Rita – invece, eccetto sporadici casi di provviste eccessive, tutto è sempre filato liscio”.

PomodoriCome sempre più spesso mi capita di constatare, anche in questo campeggio il binomio ‘coltura-cultura’ sembra funzionare, poiché oltre all’orto Rita mette a disposizione degli ospiti una piccola biblioteca.

Adesso, a distanza di alcuni anni, Rita conferma la bontà di queste iniziative: “Riceviamo sempre molti complimenti e anche se la gestione dell’orto implica una certa fatica, la soddisfazione che riceviamo in cambio è enorme”.Regole orto

Lascia un commento