Sono nati Zap e l’ Orto di Berta, dedicati all’accoglienza e alla creatività

Zap e BertaFiori, insalatine e una tazzina di caffè….Da Zap funziona così! Cos’è Zap? E’ l’acronimo di Zona Aromatica Protetta. Un ‘luogo-progetto’ che si trova all’interno dell’antico chiostro di Santa Maria Maggiore a Firenze ( a due passi dalla Stazione di Santa Maria Novella ), che nasce con l’intento di diventare un punto di incontro per giovani, idee e creatività. Uno spazio all’insegna del binomio ‘cultura-coltura’, sempre più utilizzato e collaudato.

Al suo interno sono infatti raggruppate una serie di associazioni culturali: dal Festival dei Popoli (impegnato da oltre cinquanta anni nella promozione e nello studio del cinema di documentazione sociale) allo sportello Informagiovani del comune di Firenze, dallo studio di Radio Fleur (la web radio sempre del comune) al Toc Toc Firenze (web magazine curato da un collettivo di giovani studenti).

Ma veniamo all’argomento a noi più vicino: l’orto! Cuore del progetto e dello stesso chiostro è infatti L’orto di Berta’. Chi è Berta? Berta è una signora d’altri tempi, esattamente del 1327, che viveva nei pressi di questa chiesa…ma la storia è lunga e quanto mai curiosa, per cui vi consiglio di leggere l’intrigante link sulla ‘Berta e la sua testa pietrificata’.Zap Orto

L’orto è costruito con una serie di contenitori di legno mobili, che disegnano e suddividono il quadrato del chiostro con il verde degli ortaggi e le aromatiche, rendendolo più morbido e accogliente. Alberelli di limone, aromatiche di ogni genere, ma anche pomodori, zucchine, melanzane e peperoni. Insomma uno ‘spazio orto’ con tutte ‘ le carte ‘ in regola, con tanto di cartellini di riconoscimento ai piedi delle varie verdure: non dobbiamo scordarci che l’educazione al verde parte dall’ABC, e quindi anche dal riconoscere un pomodoro da una zucchina, o un rosmarino da una salvia!

Orto berta e zapIntorno all’orto (per gran parte costruito e gestito dalla Cooperativa la Legnaia) si è già costituito un gruppo di lavoro che si prenderà cura delle annaffiature e della piccola manutenzione.

L’orto è stato poi disseminato (oltre che di ortaggi) anche di tavolini e sedie, dove sostare per un caffè, un aperitivo o un break culinario, a base di prodotti biologici e privi di glutine. Questa caffetteria-bistrot per celiaci, si chiama infatti Quinoa, come il cerale che si contraddistingue da tutti gli altri per assenza di glutine.

Ancora un esempio di come l’orto può diventare ‘collante e veicolo’ di sodalizi e nuove idee!Pomodori

Orto Berta

Commenti
2 Commenti a “Sono nati Zap e l’ Orto di Berta, dedicati all’accoglienza e alla creatività”
  1. Giuseppe Polvani ha detto:

    Buongiorno
    Gli orti che scopro nel vostro articolo si può visitare?
    In quale orario?
    Grazie
    (Giuseppe)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Buongiorno Giuseppe
      Certo che sono visitabili, presso questo indirizzo:
      Piazza Santa Maria Maggiore, 1
      Firenze
      Toscana
      50123
      Italia
      Telefona pure a questo numero per glio orari precisi: 055 74 77 998
      e mail: info@ristorantequinoa.it
      Buona visita

Lascia un commento