Come fare la talea di edera? Dove posizionarla? Quanto annaffiarla?

Sono un ragazzo di 15 anni e aiuto mio padre alla coltivazione di varie piante. Viviamo a Vasto una città di mare dove in giro si trovano spesso piante da riprodurre per talea, margotta, propagaggine.

Come si fanno le talee di edera in vaso senza ormone radicante? Come posso potarla?

Va bene un balcone esposto a est? Quanto la devo innaffiare? In vaso cresce bene?

Insomma dammi tutte le informazioni che sai sulla pianta.

Ciao!!!!

(Lollo – Vasto)

Caro Lollo, sei fortunato perché le talee di edera sono tra le più facili da attecchire. Il periodo migliore è la primavera oppure adesso, ovvero nel periodo che precede l’autunno.  Non è  necessaria la polvere radicante, ma sarà sufficiente che tu metta la talea in un bicchiere di acqua e attendere di vedere spuntare le prime radici, oppure mettile in un vasetto con della terra fertile tipo quella che si usa per la semina.

Va benissimo il balcone sposto ad est, perché le edere  (ne esistono di mole varietà) si accontentano di poche ore di sole e alcune varietà vivono anche in ombra. In vaso l’edera cresce benissimo,  ma anche in questo caso devi guardare bene la varietà con cui hai a che fare, perché ve ne sono alcune molto grandi, vigorose e robuste che hanno bisogno di vasi più grandi e altre leggere e piccole che si accontentano di poca terra.

In ogni caso sono piante poco esigenti, che danno molto di più di quello che chiedono, devi annaffiarle solo secondo necessità, vale a dire quando il terreno è ben asciutto. Io possiedo diverse varietà di edera, alcune stanno sempre al sole e  altre in ombra, ma tutte richiedono pochissima acqua.

Naturalmente questo discorso non vale per la talea, perché in fase di attecchimento le piantine necessitano di terreno sempre umido.

Un saluto e a presto Lollo e auguri per la vostra attività di ‘cacciatori di talee’!

Commenti
9 Commenti a “Come fare la talea di edera? Dove posizionarla? Quanto annaffiarla?”
  1. Lollo ha detto:

    grazie

  2. Laura ha detto:

    Salve,
    anch’io ringrazio! L’acqua del vaso o bicchiere in cui i rami son stati messi affinché attecchiscono, va cambiata tutti i giorni, vero?
    (Laura)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Laura,
      secondo me non è necessario che tu cambi l’acqua ogni giorno, una volta alla settimana può bastare.
      Salute e buon orto!

  3. Lorenzo ha detto:

    Salve,
    ma dopo quanto tempo si formano le radici in acqua con delle talee di 15 cm?
    Grazie.
    (Lorenzo)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Lorenzo,
      un numero preciso di giorni non c’è – è variabile a seconda delle condizioni climatiche esterne -, ma secondo me dovresti vedere spuntare le radici dopo 15-20 giorni.
      Salute e buon orto.

  4. filippo ha detto:

    Buongiorno e buon orto,
    se stacco un ramo di edera e lo pianto direttamente sul terreno interessato che effetti ho?
    Non credo di avere tempo purtroppo per aspettare 15 20 giorni per moltiplicare la mia edera (nel senso che devo andare via).
    Grazie.

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Filippo,
      l’edera è una pianta generosa, nel senso della crescita e capacità di attecchimento…prova direttamente nel terreno, con più talee magari; adesso è anche la stagione più adatta!
      Salute e buon orto.

  5. Donatella ha detto:

    Mi sOno piaciuti i vostri articoli e gli interventi di chi e’ interessato al riguardo.
    Grazie.
    (Donaltella)

Lascia un commento