Come coltivare il pistacchio?

Non potevo immaginare che all’eta di 55 primavere avrei pensato di dedicarmi alle coltivazioni, ma ho acquistato una piccola casetta in Sila e avendo un giardino di 290 mq vorrei piantare i frutti di bosco e qualche albero da frutta tipo mele, pere, prugne.

Volevo chiedere se potete darmi dei consigli su come piantare gli alberi da frutto, qual é il periodo giusto, a quale profondità vanno piantati i frutti di bosco.

Inoltre l’anno scorso ho acquistato in Sicilia, alla sagra del Pistacchio, una piantina che messa in un vaso questa primavera ha fatto tante foglie e qualche rametto. Sapete darmi consigli in merito?

Ringrazio e cordialmente saluto

(Domenico – Calabria)

Ciao Domenico, per una volta partiamo dalla domanda finale, ovvero come si coltiva il pistacchio. In breve posso dirti che non ha bisogno di cure particolari, ma il terreno deve essere permeabile (teme i ristagni di acqua) e si adatta anche a suoli poco profondi e sassosi, ama il sole e le esposizioni al sud, sopporta le basse temperature, ma teme le gelate tardive primaverili.

Quando deciderai di effettuare il trapianto in piena terra, fai in modo che avvenga in inverno, durante il riposo vegetativo e, cosa importantissima, il pistacchio è una pianta dioica (fiori maschili e fiori femminili si trovano su piante diverse), per questo devi avere almeno due piante, una maschile e una femminile, se vuoi che avvenga la fecondazione e quindi una regolare fruttificazione. L’impollinazione avviene tramite l’azione del vento.

Il pistacchio non necessita di potature particolari, soprattutto inizialmente andranno eliminati solo i rametti secchi e improduttivi, ma pur essendo una pianta resistente alla siccità, ti consiglio irrigarla perché così inizierà a fruttificare già partire dal primo anno. Se hai poca disponibilità di acqua, esegui almeno due irrigazioni durante la stagione calda.

Quanto agli alberi da frutto ho già scritto due post in proposito: il primo spiega come piantare gli alberi da frutto e il secondo come mantenere gli alberi da frutto sani e produttivi. Inoltre nella sezione frutta e frutteto (che ti consiglio di consultare per intero visto il tuo interesse) puoi trovare anche uno post sulla coltivazione delle fragole, uno sulla coltivazione del lampone e l’ultimo sulla coltivazione del mirtillo. Ma continua a seguire InOrto perché a breve inserirò nuovi articoli sull’argomento. Un caro saluto e a presto!

Commenti
2 Commenti a “Come coltivare il pistacchio?”
  1. Vincenzo ha detto:

    Buonasera Nara,
    sarei interessato a capire che tipo di coltivazione potrei fare per impegnare il mio terreno, di circa 6 ettari in Sicilia.
    Potresti darmi qualche dritta in merito??
    Grazie infinite.
    (Vincenzo – Sicilia)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Salve Vincenzo,
      le possibilità di coltivazione dei tuoi 6 ettari sono molteplici: impianto di vigneto, impianto di frutteto, coltivazioni di cereali, coltivazione di agrumi con associata la produzione di miele..ecc ecc. dipende dalle proprie economie iniziali per avviare la produzione, dal tipo di produzione che realmente puoi vendere con successo sul mercato, dal tipo di terreno come esposizione, tessitura, ecc ecc. Bisogna perciò fare un’analisi più mirata per capire bene la direzione da prendere. Se ci fai sapere qualcosa di più in merito ti aiutiamo volentieri!
      Salute e buon orto

Lascia un commento