Perché il mio rabarbaro non ha la costa rossa? 

Vivo a Roma e ho una casa con un giardino che la circonda. Io e mio marito lo curiamo con passione. Ho anche una casa in Trentino a 1400 mt di altitudine.

Adoro l’uso del rabarbaro in cucina e in autunno ho acquistato una piccola pinantina pensando di doverla poi trasferire nel giardino in Trentino, convinta che avesse bisogno di quel clima. Aspettando di portarla su l’ho lasciato nel suo vaso appoggiandolo a terra. Credo che abbia radicato alla grande! Ora ha molte foglie di dimensioni gigantesche.

Il mio “rabarbaro” non ha i gambi rossi come quelli che vedo riprodotti nelle foto su questo sito e altrove. Solo nella parte più bassa si intravede un tratto rosso ma il resto del gambo è verde.

Mi è venuto il dubbio che non si tratti di rabarbaro…..

Inoltre, visto che sta crescendo così vigorosamente, vorrei sapere se posso evitare di trasferirlo in montagna. (Nella foto il guanto vi aiuta a capire la dimensione della pianta). Grazie!

(Prisca-Roma)

Cara Prisca, purtroppo non è arrivata la foto, ma potresti provare a rimandarmela! Intanto però posso dirti che il rabarbaro ha veramente delle dimensioni enormi (talvolta anche due metri di larghezza) per questo ha bisogno di molto spazio.

A seconda della varietà le coste sono verdi o rosse. Le varietà con la costa rossa in genere sono quelle più tenere.

Nelle zone a clima temperato (ma dove trova buon terreno e acqua sufficiente) si comporta come una perenne e una volta piantato, ricresce ogni anno come un’erbaccia.

Come avrai visto il rabarbaro è una pianta che tende a diffondersi con facilità, per questo spesso conviene scavare e dividere i ceppi e regalarli agli amici, oppure portarne qualcuno in Trentino che, a meno di non metterlo in una posizione molto riparata o soleggiata, andrà riseminato ogni anno. Sappi che in genere il rabarbaro preferisce i climi più continentali a quelli troppo siccitosi del sud.

Ma in vaso bene annaffiato, non stento a credere che si sia trovato benissimo! Un saluto e scusa per il ritardo nella risposta, ma ogni tanto una vacanzina!

Commenti
10 Commenti a “Perché il mio rabarbaro non ha la costa rossa? ”
  1. renata cozzi ha detto:

    Salve,
    la mia pianta di rabarbaro, viene dalla Svizzera, ma ha il gambo verde ed anche il gusto è sgradevole, io conoscevo la varietà rossa, ed era molto buono.
    (Renata)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Salve Renata,
      il rabarbaro, Rheum rhaponticum L., è una pianta della quale si utilizzano i piccioli fogliari, succulenti, per la cucina. Importante è sapere che la raccolta si fà dal secondo anno di crescita della pianta e nel periodo estivo, importante è non consumare i lembi delle foglie perchè ricche di acido ossalico – un pò tossico. I fusti si raccolgono quando virano dal verde al rosso, magari aspetta questo fenomeno, altrimenti il sapore risulterà amaro, ti posso chiedere di inviare una foto della tua pianta?
      Salute e buon orto!

  2. Edoardo ha detto:

    Salve,
    sapete come si chiama scientificamente la pianta di rabarbaro a fusti verdi? È quella con i fusti rossi, ma con l’interno verde?
    Grazie
    (Edoardo)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Edoardo,
      per le mie conoscenze credo che il Rabarbaro di cu parli tu è il – Rehum officinale – che naturalmente fa fusti rossi, ma anche talvolta verdi..almeno inizialmente e poi diventano rossi maturando…non conosco varietà di rabarbaro con fusti verdi; per informazione, dove hai acquistato la pianta?
      Salute e buon orto.

  3. daniela ha detto:

    Ciao a tutti,
    vi vorrei raccontare cosa ho scoperto pochi giorni fa, parlando con dei ragazzi di un’azienda agricola che producono rabarbaro.
    Mi hanno spiegato che la colorazione delle coste ha poco a che fare con la maturazione delle stesse, anzi dicevano che la costa piccola e verde ha le stesse proprietà organolettiche di quella grande e rossa, sono questioni estetiche e di resa.
    Poi mi hanno spiegato che le coste rosse che siamo abituati a vedere in Inghilterra o in Svizzera sono così non perchè le varietà sono rosse ma perchè vengono forzate al buio varietà verdi (tra l’altro vendono delle bellissime campane di terracotta per farlo a casa, e io chiaramente l’ho comprata…)
    Qualcuno conferma?
    Buon lavoro a tutti

    (Daniela)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Daniela,
      la tua testimonianza ci interessa molto, tante persone hanno sempre dubbi per quanto riguarda il colore e le dimensioni delle coste di rabarbaro, confermo quanto ci dici, grazie!
      PS: Ci scriveresti i contatti di codesta azienda che hai visitato?
      Salute e buon orto.

  4. daniela ha detto:

    Grazie Stefano per la conferma!

    L’azienda è a Lecco e si chiama Res Naturae, sono due ragazzi molto giovani.

    Metto i loro link qui sotto per chi fosse interessato:

    http://resnaturae.com/

    https://www.facebook.com/res.naturae

    Buon orto a tutti!

  5. Raffaella ha detto:

    Ciao,
    vorrei sapere se posso mettere le foglie – enormi – del rabarbaro nel compostaggio o se è meglio portarle alla discarica dell’umido.
    Grazie.
    (Raffaella)

Lascia un commento