Femminella

E’ il germoglio erbaceo che si sviluppa all’ascella delle foglie, spesso in piante molto vigorose o predisposte.
Nel corso della coltivazione la femminella è da considerarsi inutile, in quanto sottrae nutrimento alle parti produttive, e quindi va rimossa. Questa operazione prende il nome (giuro che non sono parolacce) di “sfemminellatura” o “scacchiatura”.

Commenti
2 Commenti a “Femminella”
  1. Manuela ha detto:

    Buongiorno e complimenti per il suo blog!
    Avrei un paio di brevi quesiti e spero lei possa aiutarmi:
    1 – la sfemminellatura si pratica solo con i pomodori o anche con altre piantine sulle quali ho riscontrato questo tipo di crescita (ad es. la melanzana e il peperone)
    2 – posso seminare il cavolfiore verde (non quello romano, quello uguale al bianco ma di colore verde) in estate ovvero ai primi di giugno nonostante nella pianura Piemontese presto farà molto caldo?
    Grazie in anticipo, un cordiale saluto.
    (Manuela – Piemonte)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Manuela,
      grazie per i complimenti!
      La sfemminellatura è una pratica di potatura verde che si fa suo ogni pianta che per il suo vogoroso sviluppo la richiede, per allevarla a dovere: Pomodori, vite, ecc ecc. Non mi risulta sia il caso di melanzane e peperoni…personalmente non l’ho mai fatta su codeste piante.
      Il periodo di semina del cavolfiore è genericamente entro la metà dell’estate, fine giugno – semina in vasetti intendo – per avere pronte le piantine dopo 40 giorni, da trapiantare in pieno orto. Coltivare i cavoli – visita il link.
      Salute e buon orto.

Lascia un commento