DragoncelloTra tutte le aromatiche il dragoncello (Artemisia dracunculus) non è certo il più conosciuto, eppure ha molte virtù terapeutiche: stimola l’appetito, aiuta la digestione e allieva i disturbi di aerofagia e meteorismo. Il suo sapore intenso e piccante viene usato in cucina per insaporire arrosti, pesce e insalate oppure viene aggiunto ai ripieni di carne e verdure o per aromatizzare le salse.

[Per saperne di più]

ForbicineNon tutto ciò che all’apparenza ci sembra sgradevole viene per nuocere. E’ il caso delle forbicine. Sì avete capito bene le forbicine, ma non quelle con cui ci tagliamo le unghie, bensì quelle che spesso troviamo nell’insalata quando andiamo a pulirla nel lavello.

Il suo nome scientifico è Forficula auricularia, è un insetto onnivoro, che mangia di tutto anche le piante e infatti è lì che spesso la troviamo, ma di preferenza si nutre di animaletti più piccoli e dannosi come gli afidi, ma gradisce anche le cocciniglie e i ragnetti rossi. Quindi, in definitiva, potrebbe essere utile avere una coppia di questi animaletti sul terrazzo in primavera come nostri alleati per eliminare i primi parassiti della stagione.

[Per saperne di più]

SusinaSe dobbiamo piantare un susino scegliamo la regina delle susine di nome e di fatto: la ‘Regina Claudia’.  Di lei Giorgio Gallesio (1772-1789) autore di ‘Pomona Italiana’ diceva: “Essa supera tutte in delicatezza, in abbondanza di sugo e di sapore”.

La susina ‘Regina Claudia’ può essere nera, ma anche gialla, verde o addirittura ‘mostruosa’. Tutte le varietà derivano però dalla Regina Claudia Verde. [Per saperne di più]

Insalata vasoSe volete provare a fare un piccolo orto sul balcone la lattuga è uno degli ortaggi con cui iniziare. Vi sembrerà un po’ banale, ma quando avrete assaggiato le sue foglioline fresche e croccanti, cambierete avviso e non potrete più farne a meno.

Le radici della lattuga sono poco sviluppate e non necessitano di molta terra, per cui in vaso crescerà benissimo.

[Per saperne di più]

LavoriLa rotazione delle colture è uno dei fondamentali dell’orto biologico se vogliamo che i nostri ortaggi crescano sani e rigogliosi senza l’aiuto di sostanze dannose. Cos’è la rotazione? E’ l’alternarsi dei vari ortaggi all’interno delle varie parcelle dell’orto, ovvero: quando togliamo i peperoni da un’aiuola cosa possiamo piantarci dopo? Perché coltivare sempre la stessa specie nello stesso appezzamento di terreno comporta un impoverimento del suolo e l’esaurimento di sostanze nutritive, favorisce inoltre la maggiore crescita delle malerbe e il moltiplicarsi di parassiti e malattie specifiche della specie.

[Per saperne di più]