Scegliere gli ortaggi giusti non dipende solo dal proprio gusto alimentare, ma anche dalla disponibilità di spazio e di esposizione o dal tipo di terreno. La stessa volontà di avere un orto più o meno ornamentale può guidare la scelta. E’ bene comunque cominciare con ortaggi semplici come lenticchie e fagioli, sedano, carote e lattughe. Ricordatevi che non esiste ortaggio che cresce in perfetta solitudine e abbandonato a se stesso. Va controllato quotidianamente per scoprire le prime avvisaglie di malattie e attacchi di parassiti, l’annaffiatura deve essere costante come pure i trapianti e le rinvasature. Insomma, nessuna difficoltà ma un minimo di impegno che sarà generosamente ricompensato.

Consigli utili per la coltivazione della zucchina

Togliere o non togliere i primi zucchini…questo è il dilemma! Sembra abbastanza unanime il consenso a staccare i primi zucchini che crescono precocemente sulla pianta. Sacrificare due o tre zucchini su una giovane pianta significa evitare l’ingiallimento delle foglie e ottenere... [Per saperne di più]

Le tre regole per una buona rotazione colturale nell’orto

La rotazione delle colture è uno dei fondamentali dell’orto biologico se vogliamo che i nostri ortaggi crescano sani e rigogliosi senza l’aiuto di sostanze dannose. Cos’è la rotazione? E’ l’alternarsi dei vari ortaggi all’interno delle varie parcelle dell’orto, ovvero:... [Per saperne di più]

Tecniche e consigli per imparare a coltivare la lattuga nell’orto

Cosa sarebbe un orto senza lattuga! E come sarebbero i nostri piatti senza quel tocco verde, fresco e brillante. Difficile da immaginare! Oppure provate a togliere dal vostro gergo quotidiano il famigerato: “mi faccio un piatto d’insalata”. Impossibile! Allora tanto vale imparare... [Per saperne di più]

Fiori commestibili, D come dalia e F come finocchio, fiordaliso e fuchsia

Proseguiamo con il nostro elenco di fiori commestibili e aspettando la primavera ancora lontana, divertiamoci a sognare colori, profumi e sapori! Abbiamo finalmente esaurito tutti i fiori eduli che cominciano con la lettera C, compresa l’importantissima calendula e dunque passiamo... [Per saperne di più]

Ecco quali sono gli ortaggi da coltivare per avere verdure fresche anche in inverno

L’inverno è nemico dell’orto? Non per forza. La neve come abbiamo visto fa del bene all’orto, ma è indubbio che l’orto in inverno è più povero: gli ortaggi invernali sono pochi e se vogliamo raccoglierli dobbiamo pensarci in anticipo. Quali sono gli ortaggi che possiamo... [Per saperne di più]

Tecniche e consigli per la semina autunnale delle fave

Novembre è il mese in cui l’orto si svuota: tanti ortaggi sono arrivati a fine ciclo e hanno lasciato l’orto spoglio, dove i cavoli ‘regnano sovrani’. Quindi è il momento di passare all’azione e riempire i buchi con la semina delle fave per ottenere raccolti precocissimi.... [Per saperne di più]

Come e quando seminare e coltivare gli spinaci invernali

Appena il termometro inizia a scendere è il tempo di seminare gli spinaci invernali! Guardatevi in giro e se vedete qualche parcella vuota, anche se appena liberata da qualche vecchio ortaggio, non esitate a riempirla di spinaci. Gli spinaci resistono bene al freddo e si adattano... [Per saperne di più]

Come coltivare e curare l’estivo e rinfrescante cetriolo

Ho cercato e ricercato su InOrto un post sul cetriolo e non l’ho trovato! E mi sono chiesta come sia possibile, quindi con l’intento di porre subito rimedio a questa nostra mancanza, ecco tutto o quasi tutto, quello che occorre sapere per coltivare il cetriolo nell’orto. Il... [Per saperne di più]

Coltiviamo i fagiolini per avere raccolti facili e abbondanti per tutta l’estate

Il fagiolino (Phaseolus vulgaris) è un ortaggio facile, facile adatto anche per ortolani alle prime armi. Si semina direttamente a dimora (in piena terra nell’orto) da aprile ad agosto, per dirla come i contadini di una volta: “dal centesimo giorno dell’anno (il 10 aprile)... [Per saperne di più]

Coltiviamo il bellissimo alkekengi, una bacca d’oro in una lanterna cinese

Difficile trovare una pianta commestibile più curiosa dell’alkekengi: sia per nome che per aspetto è tra le più originali! La Physalis alkekengi appartiene alla famiglia delle solanacee, come i pomodori, le patate, i peperoni, le melanzane e molti altri ortaggi, ma i suoi piccoli... [Per saperne di più]