Semine, risemine e trapianti del mese di luglio

SemineLuglio è un gran mese nell’orto perché ci ricompensa delle fatiche fatte. Si raccoglie di tutto: fagiolini, insalate, zucchine, carote, pomodori, le prime melanzane, peperoni e chi più ne ha più ne metta.

Semine e risemine

Ma se vogliamo prolungare i raccolti estivi non ci resta che seminare di nuovo. Luglio è infatti anche il mese delle risemine: zucchine, carote, fagiolini e fagioli borlotti che raccoglieremo ad ottobre. E se abbiamo ancora spazio possiamo seminare rape, catalogna, cicoria, bietole da costa, scarole e lattughe, ma anche prezzemolo, perfetto il ‘Gigante d’Italia’ che è resistente al freddo e si potrà raccogliere fino a novembre e poi di nuovo da fine febbraio.

. Fagiolini – Per la seconda semina dei fagiolini è meglio affidarsi ai fagiolini nani oppure alla varietà ‘Marconi’, rampicante con fiori violetti, che non teme il caldo e i frutti non diventano filamentosi e duri neppure quando sono molto avanti con la maturazione.Fagioli

. Finocchi - L’ideale è seminare due varietà di finocchi: uno precoce e uno tardivo, per avere raccolti da metà autunno a fine inverno. Trai precoci il ‘Carmo’ o il ‘Dolce di Firenze’ e tra i tardivi il ’Serpico’ o il ‘Tardivo di Napoli’. La cosa migliore è seminare il finocchio direttamente a dimora, in un terreno ben lavorato arricchito di stallatico pellettato biologico, perché il finocchio non ama il trapianto, caso mai quando si saranno tutti sviluppati, se saranno troppo fitti, provvederemo a diradarli togliendo le piantine di troppo. Poniamo i semi in buchette ad una profondità di circa 2 cm e bagnado bene per i primi tempi.

. Cavolfiori – Se non abbiamo ancora seminato i cavoli dobbiamo affrettarci  a farlo. Trai cavolfiori scegliamo quelli pronti in 80 giorni come il ‘Precoce di Jesi’ o lo ‘Snow Prince’ se invece abitiamo in zone dove l’inverno è mite possiamo seminare ora anche le varietà tardive che impiegano il doppio del tempo a formarsi come il ‘Tardivo di Fano’  o il ‘Pisano Tardivo.

Trapianti

Ma luglio è il mese anche dei trapianti delle semine effettuate a giugno in semenzaio e se non le abbiamo fatte possiamo sempre comprare delle giovani piantine in vivaio, l’importante è che siano munite di almeno quattro foglie. Annaffiamo bene il terriccio dei vasetti di semina, facciamo uscire delicatamente le piantine e poniamole in fila e alla giusta distanza nella parte di aiuola prescelta. Cosa? Barbabietole, cardi, broccoli, e cavolfiori, cicoria, indivie e scarole, lattughe e sedani.

Finocchi

Lascia un commento