Come posso concimare il mio orto senza togliere la pacciamatura?

Salve,
avrei bisogno di un paio di consigli, se possibile:
1-da qualche parte ho letto che nella coltivazione delle melanzane bisogna togliere i primi frutti per rafforzare la pianta e farla produrre maggiormente, è vero?
Se è vero, quanti frutti devo togliere? Li devo togliere appena vedo che hanno allegato?
2-per la prima volta ho deciso di pacciamare il mio orticello. Ho usato degli sfalci tipo paglia recuperati in campagna. Nel momento in cui devo concimare con stallatico pellet o concime granulare devo togliere la paglia o posso applicarlo anche sopra di essa?
Grazie in anticipo, questo è il mio secondo anno che coltivo l’orto e di esperienza ne ho pochissima.
Ciao.
(Paolo – Fermo – Marche)

Ciao Paolo,
molto volentieri ti diamo risposta.
Per quanto riguarda le melanzane, è la prima volta che sento parlare di questa pratica, che comunque potrebbe avere dei fondamenti validi, in quanto la perdita dei primi fiori o frutti nelle giovani piante è una cosa che naturalmente accade…non solo nelle melanzane. Io personalmente però non ci metterei mano e lascierei fare alle natura, cioè sarà la pianta che in base alle sue forze deciderà se abbandonare qualche frutto o meno, l’importante è che di base la pianta vegeti al meglio delle sue forze.
Se hai pacciamato bene e ordinato il tuo orto ti sconsiglio di non stare a togliere la paglia – concimare – per poi rimetterla nuovamente…tutto tempo perso, a mio giudizio. Per concimare potresti farlo semplicemente mettendo a bagno in acqua lo stallatico o pollina pellettata e, dopo una settimana di stagionatura, puoi concimare fornendo l’acqua con lo stallatico in soluzione – fertlilirrigazione.
Salute e buon orto.

Commenti
2 Commenti a “Come posso concimare il mio orto senza togliere la pacciamatura?”
  1. Paolo ha detto:

    Grazie mille per la risposta, aggiungo soltanto un altra domanda: Per la fertilirrigazione ci sono proporzioni da rispettare tra quantità di stallatico e litri acqua?
    Grazie.
    Ciao.
    (Paolo)

    • Stefano Pissi ha detto:

      Ciao Paolo,
      prego, è un piacere!!!
      Si, tieni conto di un kg di pollina per dieci litri di acqua, sono proporzioni variabili anche in base al titolo di azoto presente nel concime di partenza. Altro consiglio che ti do è quello di irrigare bene dopo aver fertilirrigato.
      Salute e buon orto.

Lascia un commento