L’orto in autunno: cosa seminare e trapiantare

Avete liberato l’orto e il balcone dalle colture estive: via i pomodori, via i fagioli, via le zucchine! Finalmente un po’ di spazio…ma come riempirlo? Guardiamo quali sono gli ortaggi da seminare o trapiantare in autunno per dare nuova vita al nostro orto.

E’ vero che stiamo andando incontro al freddo, ma ci sono molte varietà di cavoli, verze e cicorie che non temono le basse temperature, potrebbe essere il momento adatto per  acquistare delle piccole piantine già sviluppate da mettere subito a dimora. Alcune varietà di cicoria sono precoci (Orchidea Rossa precocissima, Variegata di Chioggia precoce, Rossa di Verona…) e altre tardive (Capotta, Bianca Invernale…) scegliamo quella più adatta alle nostre esigenze e al clima dove viviamo.

Potremo dedicare poi un po’ di spazio anche ai porri, che sembrano peraltro stare benissimo in compagnia di cavoli e indivie. Naturalmente trapiantiamo quelli invernali resistenti al gelo, ma qualora il gelo diventasse troppo intenso proteggiamo il terreno con della paglia.

Non dobbiamo poi scordarci di cipolle e agli.  Posizioniamo le cipolle invernali nel terreno lasciato libero da patate e pomodori  e  mettiamole in compagnia di fragole, lattughe o carote, ma lontane dall’aglio.

L’aglio rosa è quello che preferisce la semina autunnale. Scegliamo con cura gli spicchi periferici più grossi e mettiamoli nel terreno con l’apice rivolto verso l’alto. L’aglio si consocia bene con fragole (è il momento adesso di produrre nuove piantine per stolone), prezzemolo e alberi da frutto, mentre va tenuto lontano dai terreni troppo duri e umidi, dove l’acqua tende a ristagnare: i marciumi sono sempre in agguato! Stesso discorso per la cipolla.

Terminati i trapianti, guardiamo alle semine. Settembre-ottobre è il momento ideale per la semina di spinaci, cime di rapa, ravanelli, cicorie da taglio, rucola e valeriana, che ci daranno in poco tempo la possibilità di avere ortaggi freschi a tavola. Sono loro, con il loro ciclo di crescita molto breve, a tappare i buchi rimasti vuoi, a movimentare l’orto autunnale e a riempirlo di colori.

E l’abbondanza di piogge, tipiche di questo periodo, ci permetteranno di rilassarci sul fronte dell’irrigazione.

Commenti
8 Commenti a “L’orto in autunno: cosa seminare e trapiantare”
  1. MIKE scrive:

    Salve
    Credo di aver trovato il più bel sito sul web COMPLIMENTI SIETE MERAVIGLIOSI!!!
    (Mike)

  2. Sara scrive:

    Confermo bellissimo sito!

    (Sara)

  3. Santina scrive:

    Oggi, passeggiando per le lande del web, vi ho incontrati!!!! E’ stato un vero piacere fare vostra conoscenza! Per me che sono alle prime armi e avida di sapere per amare ancora di più la terra e i suoi frutti, è stato come quando cristoforo Colombo abbracciò quella nuova terra che lo aveva chiamato da lontano!!! Il vostro sito è molto carino, accogliente, istruttivo e mi piace tantissimo!!!! Non sono esagerata, meritate i miei più calorosi complimenti e…grazie per ogni piccola o grande informazione che potrò cogliere fra i “vostri righi”!!!!  Ciao a presto!!!
    (Santina)

    • Stefano Pissi Stefano Pissi scrive:

      Ciao Santina,
      grazie tante per la tua simpatica scrittura e sincerità nel commentare il nostro lavoro, ti aspettiamo presto!
      Salute e buon orto.

Lascia un commento