La cipolla egiziana o cipolla che cammina, coltivazione e utilizzo

Volete una cipolla che non soffra il freddo e facile facile da coltivare? La cipolla egiziana (Allium cepa var. viviparum proliferum) fa al caso vostro. La cipolla egiziana, detta anche cipolla albero o cipolla che cammina, è una cipolla insolita e ‘curiosa’, perché produce al posto del fiore una corona di piccoli bulbilli, perfettamente formati, in pratica delle cipolle in miniatura.

Era una rarità nell’orto dei contadini di una volta, ma lo è anche oggi: la sua diffusione è alquanto limitata. Eppure ha tutte le caratteristiche per piacere perché la sua coltivazione non ha nessun tipo di difficoltà: basta staccare i bulbilli dalla pianta madre ed interrarli, può trascorrere l’inverno in pieno campo perché non teme il gelo ed è resistente a molte malattie. E’ possibile effettuare la semina sia in primavera che in autunno.

Se la cipolla non viene tolta dal terreno, tranquillli, lei rivegeta comunque nuovamente. La cima di questa cipolla, che può raggiungere anche 1 m e 20 cm di altezza (forse per questo cipolla albero), si piega lentamente sotto il peso della sua stessa testa fino a toccare il suolo, dove radicherà dando origine a nuove piante. Da qui il nome di ‘cipolla che cammina’.

Come si consuma? La cipolla che sta nel terreno, dalla pezzatura medio-grande e dalla buccia piuttosto coriacea, si consuma come una normale cipolla, mentre i bulbilli si utilizzano come le cipolline. Sono molti buoni anche sotto aceto, ma in questo caso è meglio raccoglierli prima della maturazione completa, ovvero prima che si formi il tipico rivestimento rosso.

foto di Scarygami da flickr

Commenti
4 Commenti a “La cipolla egiziana o cipolla che cammina, coltivazione e utilizzo”
  1. giuseppe scrive:

    Dove posso trovare, a Firenze, i semi o piantine di CIPOLLA EGIZIANA ?

    Grazie.

    • nara marrucci nara marrucci scrive:

      Caro Giuseppe ti copio la risposta che ho già dato a Felicita su fb. Siccome mi mi metterò anch’io alla ricerca (dicono veramente che sia fantastica!), per prima cosa contatterò due associazioni che si occupano della salvaguardia e della diffusione di piante insolite. La prima è http://www.adipa.it/(ho visto che le hanno in catalogo) occorre essere soci, ma è facilissimo diventarlo e sono tutte persone molto carine. La seconda è http://www.civiltacontadina.it/, dove sicuramente possono dare qualche consiglio. Ma prova anche questo link http://amicidellorto.splinder.com/post/18905312, dove fanno scambio semi gratuito e dovrebbero averla. In bocca al lupo a te e a me. Ciao e a presto!

  2. giangi scrive:

    Ciao sono un contadino biologico della provincia di Verona,
    vorrei provare a coltivare questa cipolla .
    Dove posso trovare i semi?
    Grazie.
    (Giangi – Verona)

Lascia un commento