L’Orto di… scuola Anna Magnani

Angelo ci ha scritto da Roma mandandoci una bellissima foto. Ma Angelo ha anche una bellissima storia da raccontare. Questa storia si chiama “L’orto Anna Magnani”, il progetto scolastico dell’Istituto Comprensivo Fontanile Anagnino di Roma.

L’orto è fantastico e già le foto mettono allegria. A curarlo è sempre Angelo, che dopo 37 anni di lavoro in banca, ha pensato di impiegare il suo tempo lavorando a questo progetto, che ha lo scopo di diffondere la cultura dell’orto nella scuola elementare.  I risultati sono sorprendenti e in solo due anni l’orto ha raddoppiato la sua estensione (due appezzamenti di 30 mq ciascuno) e si è arricchito di una serra di 24 mq.

Le cose da dire sono tante e tante, e questo articolo non può che contenerne alcune. Allora abbiamo pensato che solo Angelo poteva raccontarci al meglio l’intento e lo spirito con cui è nato questo orto dal nome e dall’aspetto ‘artistico’.

“La nostra bella esperienza nasce come un pugno di semi di girasole caduti su un terreno umido e lasciati lì al tepore primaverile. Da quei semi sono nati dei bellissimi fiori che oggi quasi ci superano in altezza. E’ così che il nostro orto scolastico si è sviluppato.

I bambini osservando che il lavoro dava frutti concreti si sono subito entusiasmati. Giocare alla costruzione di uno spaventapasseri, zappare, seminare, creare le zucche di Halloween è stato molto divertente, come lo è stato fare le palle di ‘babbalù’, una prelibatezza energetica per i nostri amici uccelli del quartiere.

Nell’orto ogni lavoro fatto bene è pagato con la nostra moneta: il seme di girasole, che per fruttare non va portato in banca, ma si mette nei vasi del nostro balcone e lo si cura innaffiandolo e, senza pericoli di Borsa Valori, sicuramente ci ricompenserà.

L’attività nell’orto produce grandi effetti, non solo vegetali! Come quella volta che un bambino dal viso smarrito, a cui la scuola metteva un po’ timore, ha potuto dimostrare ai suoi compagni che, diversamente da loro, riusciva con coraggio a prendere in mano Filippo il lombrico e metterlo nella compostiera.
Ma l’orto ha fatto bene anche a me che, oltre ad essere ricompensato dall’affetto dei bambini, sono stato ritratto nei loro disegni e rappresentato nella loro recita di fine anno che aveva per tema gli ortaggi”.

Se quello che ha raccontato Angelo vi ha incuriosito e volete sapere di più sull’orto di Anna Magnani consultate il loro sito che, come l’orto è ricco e ben articolato (con tanto di uccellini che cinguettano in sottofondo) ed è nato da un’esperienza di volontariato per fare partecipare all’attività i genitori e i ragazzi non direttamente coinvolti nel progetto orto.

Buona consultazione, buon divertimento e soprattutto grazie Angelo!

Commenti
3 Commenti a “L’Orto di… scuola Anna Magnani”
  1. Paola scrive:

    Complimenti per l’iniziativa, Bravo Angelo! la passione per la natura deve essere trasmessa ai bambini sin da piccoli!!!!

  2. casting scrive:

    Anche nell’asilo che frequenta mio figlio c’è un orto ed è bellissimo vedere l’entusiasmo e la curiosità dei bambini che assistono al miracolo della natura.

    • nara marrucci nara marrucci scrive:

      Che bella notizia sapere che queste esperienze sono sempre più diffuse! Dove si trova? Se hai qualche bella foto dell’orto possiamo pubblicarla!! Grazie e a presto.

Lascia un commento